Associazione Interculturale Donne Assieme

Giornalino di Aprile 2018

                                                                                        APRILE 2018


ESSERE DONNA

Quando prendi coscienza di te
capisci le tue potenzialità,
sei in grado di valutare tue capacità, i tuoi limiti,
allora puoi lasciare libero il tuo pensiero che vaga per l’universo,
perché l’hai raggiunto: è dentro di te.
Scopri così di non essere più sola
…Se ti accetti come sei, puoi anche volare!
Licia Fontanot

 

Nel-Mar … il pensiero che ci unisce

Nel-Mar … che racconta e diverte

Nel-Mar …di impegno, ricerca e qualità

Licia Fontanot

NOTIZIE di IERI – di OGGI – di DOMANI

6 marzo: in sala Millo si è tenuta l’Assemblea annuale delle socie. Vedi articolo all’interno.

8 marzo: presso il ristorante “Al Castello” abbiamo festeggiato la Giornata Internazionale delle Donne. Nel pomeriggio, in sala Negrisin, abbiamo assistito all’inaugurazione della mostra “Dalle Donne la forza delle Donne”.

21 marzo: abbiamo partecipato in piazza Marconi alla XXIII Giornata della memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie. L’evento, che ha visto una grande partecipazione di studenti, è stato organizzato dall’Associazione Libera.

1, 2 aprile: festività Pasquali …

Dal 3 al 5 aprile la sede rimarrà chiusa.

10 aprile: ore 16.30 tradizionale incontro mensile presso l’hotel Lido. Da confermare la presenza, come ospite, di Silvia Peruzzo che ci parlerà di “Botanica nel piatto” e “Naturalisti in città”. Chi vorrà potrà iscriversi per seguire le sue lezioni.

14 aprile: il Coro AIDA parteciperà alla festa di primavera organizzata dalla Comunità degli Italiani di Bertocchi (Slo).

23 aprile: ritrovo alle ore 19 in piazzale Foschiatti per serata ricreativa al bowling di Ancarano.

25 aprile: scadenza bando concorso Letterario.

8 maggio: ore 16.30 consueto incontro mensile presso l’hotel Lido.

ALCUNE DATE CHE CI PIACE RICORDARE

1, 2 aprile festività Pasquali

La Pasqua è la principale festa del cristianesimo e ricorda la Resurrezione di Cristo. È festeggiata la domenica successiva al primo plenilunio dopo l’equinozio di primavera. La ricorrenza combacia, metaforicamente, con il risveglio della natura, degli alberi che rifioriscono e le temperature che diventano miti! Secondo un’antica tradizione pagana, la Pasqua coincideva con l’arrivo della primavera, che veniva festeggiata con l’offerta delle primizie di campo e sacrifici di agnelli.

Fonte: almanacco del mese di aprile

6 aprile – Giornata mondiale dello sport

Lo sport ha un potere straordinario, insegna la disciplina, la lealtà e porta a contatto culture diverse che attraverso la sfida agonistica imparano a conoscersi e a rispettarsi.

Lo sport è diventato un linguaggio universale, un denominatore comune capace di abbattere muri e barriere ed è anche un forte strumento per il progresso e lo sviluppo.

I valori intrinseci dello sport, quali il lavoro di squadra, la lealtà, la disciplina, il rispetto per l’avversario e per le regole del gioco possono essere “sfruttati” per trasporre tali insegnamenti nella vita quotidiana, promuovendo la coesione sociale e la convivenza pacifica.

Fonte: www.lifegate.it

16 aprile – Giornata mondiale della voce

Scopo della giornata è di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle alterazioni anche lievi della voce e dell’organo vocale che possono essere il segno precoce di patologie più complesse e gravi.

Un ulteriore obiettivo della giornata mondiale della voce è quello di focalizzare l’attenzione sulla voce intesa anche come prestazione artistica e quindi un invito particolare a sottoporsi allo screening è rivolto a quei soggetti che desiderano conservare o migliorare le loro performances vocali
Fonte: www.infooggi.it

20 aprile 1964 Ferrero produce il primo vasetto di Nutella

(53 anni fa): nasce come dolce dei poveri nel pieno dei favolosi anni Sessanta. In poco tempo, mezzo mondo si accorge di non potere più farne a meno, scatenando un fenomeno sociale che non conosce declino.

 

Fonte: almanacco

 

22 aprile – Giornata della Terra

La Giornata della Terra, momento fortemente voluto dal senatore statunitense Gaylord Nelson e promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy, coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone in ben 192 paesi del mondo.

Nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra.

Fonte: www.earthdayitalia.org

 

25 aprile Festa della Liberazione

Oggi ricorre l’anniversario della liberazione d’Italia, chiamata anche Festa della Liberazione o anniversario della Resistenza. È una giornata dedicata alla memoria, in cui si festeggia la fine dell’occupazione nazifascista, avvenuta il 25 aprile 1945, a conclusione della Seconda guerra mondiale.

Fonte: almanacco

28 aprile Giornata internazionale per la sicurezza sul lavoro

Promossa dall’Organizzazione

internazionale del lavoro (Ilo), per la diffusione e l’incremento della cultura della prevenzione e del lavoro “dignitoso” nel mondo.

 

Fonte: www.acea.it

 

Assemblea annuale delle socie A.I.D.A 

Martedì 6 marzo 2018, presso la sala Millo si è tenuta l’assemblea annuale delle socie. La Presidente ha presentato una relazione attenta e dettagliata sulle attività svolte in ambito dell’Associazione nell’2017 e cioè i concorsi Letterario e Creatività femminile, incontri con le scrittrici, conferenze, conoscenza del nostro territorio, gite e momenti ricreativi e svago.

Conclusa la relazione e dopo aver presentato e approvato il bilancio consuntivo 2017 e preventivo 2018, preparato da Chiara Stocovaz, si è proceduto alla nomina delle componenti il Direttivo che ha visto l’uscita di Nerina Bossi e l’ingresso di Ana Maria Degrassi. Perciò il Direttivo 2018 è così composto: Candusio Ornella, Degrassi Ana Maria, Dudine Nelda, Ghersini Gabriella, Gnesda Graziella, Lenardon Gabriella, Mansutti Rita, Millo Miriam, Pulgher Tiziana, Rigato Ornella, Salich Liliana, Serra Paola, Surian Etta, Temeroli Rita e Umek Annamaria.

A seguire è stato eletto il Collegio dei Sindaci – Revisori dei Conti che ha visto riconfermate le socie: Demarchi Loredana, Furlan Anna e Zaccaria Denni con il ruolo di Presidente. 

Al termine dell’assemblea, con il favore delle socie del Direttivo, la riunione è proseguita per eleggere il Comitato di Presidenza e la Presidente.  

Il Direttivo riunito ha confermato in Comitato di Presidenza: Candusio Ornella, Dudine Nelda, Rigato Ornella, Serra Paola e Umek Annamaria e Paola Serra Presidente.

Auguro a tutte noi un buon proseguimento del lavoro.

 Paola S.

 

Aforisma

Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede tale coraggio, una sfida che non annoia mai.

Oriana Fallaci

8 Marzo

Ogni anno, in numerose parti del mondo, l’8 marzo si festeggia la “Giornata Internazionale della Donna”.
L’anniversario ormai centenario è per ricordare le conquiste sociali,economiche, politiche e le violenze di cui ancora oggi le donne sono soggette. Usanza molto diffusa, per rendere omaggio alle donne, è di regalare un rametto di mimosa, un fiore diventato il simbolo della festa perché la sua fioritura avviene proprio ai primi giorni di marzo e il costo è piuttosto contenuto. In questa ricorrenza Licia Fontanot e Miriam Millo, ormai da tanti anni, organizzano un pranzo per le donne muggesane, un’occasione speciale per ritrovarsi in un clima sereno e brioso dove scambiare “quattro chiacchiere” con le amiche di sempre o per fare nuove conoscenze davanti a delle buone pietanze condite con un po’ di cultura. Infatti Licia, animata dal suo profondo senso femminista, ha letto il discorso sull’importanza della donna al giorno d’oggi e Alessandra Zuliani ha portato la poesia scritta da lei sulle mansioni nel rapporto di coppia a cui la donna si deve adattare. Alcune socie dell’A.I.D.A. hanno partecipato al convivio, portandosi a casa la colorata piantina di primula che ognuna delle commensali aveva come segnaposto. Un altro appuntamento, però, aspettava le aidine nel pomeriggio ed era l’inaugurazione della mostra di Artiste Muggesane “Segni Forme e Colori” organizzata da UDI CIRCOLO “OTTOMARZO”: Dalle donne la forza delle donne.
Prima di ammirare i quadri esposti i visitatori hanno potuto ascoltare un intermezzo musicale del  “Consort Musica Antica”, un gruppo di musicisti composto da quattro donne per gli strumenti a fiato e, per la par condicio, pure da  un uomo per lo strumento a percussione. La mostra, aperta dall’8 al 16 marzo, è ospitata presso la Sala comunale d’Arte “Giuseppe Negrisin” in piazza Marconi a Muggia.
Nelda

8 marzo 2018: festa Internazionale delle Donne

Io…scrivo due parole, come mia abitudine, per valorizzare questa giornata; scrivo per non dimenticare cosa è stata, nella storia delle Donne, la conquista della libertà e il suo valore.

Io… ricordo momenti bellissimi di quando ero giovane e per la festa delle Donne era tutto un fermento. A Chiampore tutto si muoveva per preparare mostre, corsi di cucito, di pittura, di lettura, il coro, la banda… era una spinta alla Conoscenza, alla Cultura, alla proposta, allo stare insieme. Per il coro, ci insegnava il bel canto il maestro Luigi Mauro, nato a Lazzaretto, dove abitava. Eravamo tanti a cantare, non ricordo bene, 35 – 40 di sicuro. Cantavamo in quattro voci: soprani, contralti, baritoni e bassi. Iniziavamo il concerto con l’Inno a Chiampore che iniziava così: “Se da Chiampore lo sguardo tu rivolgi verso il mare” … La gente, il pubblico si alzava in piedi tutt’insieme con orgoglio e… rispetto e l’emozione era grande in tutti noi.

Era bellissimo, ma questo è il passato, per il presente, noi Donne siamo qua, ed è bello festeggiare l’8 marzo insieme, in questa gloriosa giornata che ci ricorda tutto questo, anche se, da molto tempo, le cose sono cambiate.

Oggi noi, in tante e insieme, vogliamo onorare queste grandi Donne che con il loro merito, ci hanno lasciato un bellissimo ricordo.

Un pensiero per i giovani: guardate avanti sempre, ma tenete conto anche del passato e lo straordinario contributo che la Donna di ieri ha dato al Paese e… a tutte noi.

Onore alle Donne! Tutte! E…grazie

Licia Fontanot

LA DONNA

 

Della casa i disi che la dona tien su tre cantoni,

e i omini boni, se fa comandar.

De domenica una caminada i vol far, ma se per television,

della telenovela xe la puntata, la trova una scusa,

per a casa restar.

Se invesse lu vol star a casa, perchè  xe el derby de vardar,

de sicuro la ghe trova un posto dove andar.

La ghe disi: “Tesoro, cossa te vol per zena “, se lu ghe disi

pastasuta, de sicuro minestra la fa.

Lu la sera el Telegiornale ghe interessa, a ela no tanto,

e in leto la lo vol portar.

Se invesse a voler andar in leto xe lu, la scusa del mal de testa

la trova, e la lo lassa solo, a vardar la TV.

I disi che la dona anche el diavolo la ga fregà,

e sti poveri omini no sa più come star, se darghe contro,

o lassar passar.

Alessandra

 Mostra di artiste muggesane

Ognuna con il suo stile: fiori, ritratti, intarsi, panorami, scorci di ambienti e di paesi ma anche particolari tele astratte, riempiono la Sala d’Arte “Giuseppe Negrisin”.

Un plauso a tutte!

Non è stata per me una sorpresa, sapevo che nella nostra Muggia ci sono tante donne veramente meritevoli che riescono con l’arte ad esternare i propri sentimenti, ma poterle ammirare tutte assieme in una mostra mi ha fatto veramente piacere, mi ha emozionato e mi sono sentita orgogliosa di essere una concittadina.

Go sempre invidià chi che riva a crear qualcosa,

chi che pitura o scolpisi,

rivando a dir a modo suo quel che ga dentro.

“Xe un dono de natura” i disi e mi che no lo go

sfogo scrivendo la mia ignoranza.

Ma cosa mai go scritto, no so far nianca una rima,

eppur adesso stago meio, assai meio de prima.

Elda

XXIII Giornata della Memoria e della legalità

È dal 1996 che il 21 marzo non è solo il primo giorno di primavera, è anche la Giornata della Memoria e dell’Impegno istituita in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

 Ogni anno si sceglie una piazza diversa in tutta Italia, per pronunciare ad alta voce i nomi delle vittime. Questa XXIII edizione incentrata sul tema “Terra, solchi di verità e giustizia”, si svolgerà in simultanea in migliaia di piazze italiane, una di queste sarà Muggia, unica in tutta la Regione Friuli Venezia Giulia. Questa scelta è motivata almeno da due fattori: la prima è che una delle vittime innocenti di mafia era un muggesano.

Si chiamava Walter Eddi Cosina, poliziotto morto nella strage di via D’Amelio il 19 luglio del 1992.

Il secondo motivo della scelta è che ricordandolo si vuole tenere viva l’attenzione su una strage i cui esiti processuali, a causa di tanti depistaggi, non hanno permesso di arrivare alla verità sui mandanti e di accertare le reali responsabilità dopo oltre 25 anni, come ben spiegava il giornalista Sandro Ruotolo in un’affollata conferenza, tenutasi qualche giorno prima del 21 marzo in sala Millo. Il 21 saremo in piazza Marconi, autorità, studenti e tante persone della società civile che in ordine “chiameranno” i 900 nomi delle vittime di mafie successe negli anni.

Alle 10 del giorno stabilito, la piazza, baciata dal sole ma sferzata dal vento, è affollata di tantissimi studenti provenienti dalle scuole di Muggia, Trieste e altre della Regione. Con disciplina si sono attenuti alle disposizioni dettate dagli organizzatori. Dopo i saluti delle autorità, ogni lettore è salito sul palco e ha chiamato, non senza emozione, i nomi delle vittime elencate su ciascun foglio consegnato ad ognuno. Con la metafora del flash mob, si è esortato i ragazzi ad essere uniti perché insieme si è forti e si possono abbattere le mafie e il malaffare.

Paola S.

“Aprile, dolce dormire”

Aprile è il primo mese dell’anno interamente primaverile, quindi quello in cui la stagione del risveglio della natura fa maggiormente sentire agli esseri viventi la sua diversità dalle precedenti, autunno e inverno. Ma se da un lato il regno vegetale durante la primavera esplode in iperattività, quello animale dimostra particolari segni di stanchezza. Pare infatti, dagli studi condotti da varie équipe mediche e veterinarie in diverse parti del mondo, che la cosiddetta stanchezza primaverile colpisca oltre il 60% degli esseri umani e la maggioranza degli animali domestici.

Una stanchezza antica come l’uomo, forse di più.Questa forma di stanchezza avrebbe origini ataviche, da quando durante la stagione più fredda più o meno tutti gli esseri viventi andavano in letargo. Pare che sia proprio la mancanza di letargo invernale, causata dall’evoluzione, a condizionare questa forma di comportamento e a indurci quella strana sensazione di stanchezza diffusa che proprio nel mese di aprile raggiunge il suo picco.

– Niente cure, solo rimedi (una vita il più possibile regolare, scandita con orari fissi)

– Muoversi, anche se piove

– Ma certamente il miglior rimedio è quello di inserire nelle proprie abitudini quotidiane un’attività fisica progressiva, per evitare che un eccesso di affaticamento possa causare danni a un fisico appesantito e irrigidito dalle pigrizie autunnali e invernali.

Da: Google

Mujalonga Sul Mar 

Sport e divertimento. Sono questi i fili conduttori della Mujalonga Sul Mar, manifestazione nazionale di atletica leggera che nel 2018 spegne le prime 15 candeline. Tre giorni di eventi che vedono sfidarsi e correre fianco a fianco migliaia tra bambini, atleti agonisti, amatori.

Una festa dello sport che accoglie tutte le famiglie e le persone che desiderano godersi una domenica all’insegna della gioia e della sana attività sportiva, lungo un percorso unico nel suo genere con il mare a far compagnia a tutti i partecipanti.

SoloWomenRun

La 6. Trieste SoloWomenRun, si svolgerà DOMENICA 29 APRILE 2018

La Trieste SWR nella confermata Pink Color Edition, con uno spettacolare color blast finale, sarà a numero chiuso con a disposizione 2000 pettorali Open e 100 Challenge.

Grande novità di quest’anno, l’iscrizione Open sarà totalmente gratuita in quanto offerta dal main sponsor Max Mara se effettuata, tra il 26/3 e il 27/4, nel negozio di Trieste in Corso Italia 20/1. Il kit ufficiale SWR, comprendente l’esclusiva t-shirt SWR by Max Mara, potrà essere ritirato solo il giorno stesso dell’evento, domenica 29/4, presso il Punto Rosa in area partenza.

SoloWomenRun è un esclusivo circuito di running solidale, tutto al femminile, organizzato da 42K srl in collaborazione con Apd Miramar. La formula consolidata prevede una corsa competitiva Challenge di 10km, con classifica finale, e una corsa non competitiva Open di circa 5km, da completare correndo o camminando, aperta a tutte.

Ogni evento è abbinato a un progetto di responsabilità sociale individuato di volta in volta sul territorio.

SoloWomenRun ha coinvolto in tutta Italia migliaia di donne negli anni passati e si è svolta già a Trieste, Cagliari e Milano.

La piramide dell’attività motoria


Ricette … di stagione e di Carmelina


Polpette in forno con piselli


Ingredienti: 500 gr di piselli, 150 gr di ricotta, 1 uovo, 40 gr di parmigiano, 40 gr di pangrattato, basilico, sale, pepe, semi di sesamo Preparazione:Lessate i piselli in acqua salata per 10 minuti.Scolateli e frullateli con 3 cucchiai della loro acqua, quindi versate la purea ottenuta in una ciotola insieme alla ricotta.Aggiungete l’uovo, il basilico, il parmigiano ed il pangrattato e mescolate formando un composto morbido.Mettete il composto in frigo a rassodare per 30 minuti.Formate delle polpette e passatele nel pangrattato misto ai semi di sesamo.Mettete le polpette su una placca da forno ricoperta da carta forno e fate raffreddar in frigo per 30 minuti.Cuocere poi in forno per 20 minuti a 180°. Servite.

Fragole al cioccolato

Ingredienti per 2 persone:8 fragole, 100 gr di cioccolato bianco, zuccherini Preparazione:Preparate le cannucce e gli zuccherini.Lavate le fragole delicatamente ed asciugatele con cura.Sciogliete il cioccolato nel microonde.Infilzate ogni fragola con una cannuccia.Intingete le punte nel cioccolato e successivamente ricopritele di zuccherini.Lasciatele asciugare per almeno 1 ora mettendo le fragole su un piano ricoperto di carta forno.Le vostre fragole al cioccolato sono pronte per essere gustate.

Crostata di amaretti di Carmelina Ingredienti per la pasta: 400 gr di farina, 200 gr di burro o margarina, 200 gr di zucchero, 4 uova, 1 bustina di lievito, 1 limone (buccia grattugiata), 1 pizzico di sale.Ingredienti per il ripieno: 200 gr di amaretti, 1 mela o 1 pera (secondo stagione), crema marsala (oppure cremovo- vino aromatizzato all’uovo) per intingere gli amaretti.Preparazione:Impastare la farina con lo zucchero, il burro sciolto a bagnomaria, i tuorli, un pizzico di sale, la scorza di limone grattugiata e la bustina di lievito.Lasciare riposare per 20 minuti.Dividere la pasta in due parti.Foderare la teglia con metà pasta, coprire con le fette di mela o pera.Allineare gli amaretti a spirale dopo essere stati imbevuti di crema marsala.Ricoprire con l’altra metà di pasta.Infornare a 180° per 40 – 45 minuti.Sperando sia gradita … un saluto da Carmelina.

Biscotto amaretto e le sue origini

Nati in Italia nel medioevo, verso la fine del XIII secolo si sono diffusi nei paesi arabi e, durante il rinascimento, in tutta Europa. Oltre alla produzione italiana, in particolare quella lombarda, vanta grandi tradizioni quella Francese, soprattutto in Lorena e nei Paesi Baschi.

Con il termine amaretto si intende un tipo di pasticcino a base di pasta di mandorle, fatto con zucchero, bianco d’uovo, mandorle dolci e mandorle amare e armelline (è il seme all’interno del nocciolo dell’albicocca e della pesca).

Amaretto di Saronno o Amaretto secco

Di questo dolce esistono principalmente due versioni differenti: l’amaretto tipo Saronno, croccante e friabile, e l’amaretto tipo Sassello, mollo e più simile al marzapane e di amarena. Entrambi hanno forma tondeggiante, come una piccola calotta, e la superficie screpolata.L’amaretto di Saronno è usato molto in alcuni dolci tradizionali, quali le pesche ripiene alla piemontese, il bônet (è un budino di antichissima tradizione, tipico del Piemonte) e alcuni tipi di tiramisù.L’amaretto croccante ha struttura interna alveolare. Ingredienti principali sono: zucchero, mandorle dolci, mandorle amare, bianco d’uovo di gallina, ma possono venire aggiunti aromi, miele, latte, lievito e, specie nella produzione industriale, conservanti.

Amaretto di Sassello
Ormai diffuso in tutta Italia, deve il suo nome al comune di Sassello. È infatti originario dell’entroterra di Savona e del basso Piemonte, dove nacque nel XIX secolo con la stessa ricetta usata ancora oggi, basata su zucchero, mandorle dolci pelate, albume d’uovo e armelline amare.

Fondi di caffè: 5 modi per riutilizzarli al meglio

 Non c’è niente di più soddisfacente che ottenere in modo economico e veloce rimedi fai da te. E allora non buttate i resti della moka e delle cialde! Anche perché si stima che ogni italiano consumi 6 kg di caffè e dunque butti via altrettanta quantità di fondi di caffè.

1) Esfoliante naturale

Aiuta la pelle a eliminare le cellule morte e a rigenerarsi.

È adatto a tutti i tipi di pelle, la idrata e la rende liscia e luminosa. Mescolate un cucchiaino di olio d’oliva con un cucchiaio di fondi di caffè fino a ottenere una crema densa. Stendete la miscela sulla pelle da esfoliare con un leggero massaggio circolare. Lasciate agire per qualche minuto e poi risciacquate. Usate la maschera esfoliante al caffè anche una volta a settimana per il benessere della vostra pelle.

 

2) Crema anticellulite

La caffeina aiuta a combattere la cellulite, l’odiosa pelle a buccia d’arancia che si deposita ovunque, sui fianchi, sulle cosce, sulla pancia. I trattamenti anticellulite spesso hanno un costo proibitivo, ma possiamo preparare in casa un’ottima crema anticellulite tanto efficace quanto economica. Mescoliamo 40 grammi di fondi di caffè con due cucchiai di olio di cocco e una manciata di foglie di salvia tritata.

Tutti gli ingredienti devono essere mescolati bene e poi applicati sulla pelle che va massaggiata per cinque minuti. Risciacquate con una doccia calda. Questo scrub può essere applicato due volte a settimana sulla pelle colpita da cellulite.

 

3) Maschera scurente per i capelli

Mettiamo a riscaldare due litri di acqua sul fuoco con due tazze di fondi di caffè.

Una volta che la miscela ha raggiunto il bollore, spegnere il fuoco e lasciar raffreddare prima di applicare sui capelli. Il liquido deve essere filtrato usando una garza fine e con quest’acqua al caffè possiamo sciacquare i capelli.

Il risciacquo al caffè può essere applicato anche tre volte a settimana.

 

4) Profumatore d’ambiente naturale

Il caffè è anche un ottimo rimedio per profumare la casa, per neutralizzare i cattivi odori che ristagnano in casa dopo una frittura o a causa del fumo. In un recipiente mescoliamo una tazza di fondi di caffè con 5 gocce di estratto di vaniglia e, senza chiudere il recipiente, possiamo posizionarlo in soggiorno, in cucina oppure nel frigorifero per evitare i cattivi odori o ancora per togliere quell’odore fastidioso di umido in cantina.

 

5) Fertilizzante biologico

È il metodo più utilizzato di riciclo dei fondi del caffè, quello di fertilizzare le nostre piante sul terrazzo o nell’orto. I fondi di caffè devono essere mescolati in un secchio con abbondante acqua con cui innaffiare le piante.

 

SORRIDERE: 15 benefici per la salute.

Tutto il potere del sorriso.

Sorridere è un toccasana per la salute e l’umore, contribuisce a combattere lo stress e ci aiuta nelle relazioni con gli altri. I sorrisi sono gratis e provare a sorridere per sentirsi meglio non costa nulla. Diffondere i benefici di un sorriso è semplicissimo, perché sorridere è davvero contagioso. E allora, sorridiamo di più e proviamo ad impegnarci per cambiare il mondo un sorriso alla volta.

1) Aumenta la Longevità. Chi sorride vive più a lungo e sembra più giovane. Il sorriso naturale ringiovanisce il viso di almeno 3 anni e chi sorride di più può vedere prolungata la propria aspettativa di vita anche di 7 anni. Sorridere, insomma, è una vera e propria garanzia per sentirsi sempre giovani.

2) Rafforza il Sistema immunitario. Sorridere aiuta il corpo a rilassarsi. Il relax permette al sistema immunitario di reagire in modo più rapido ed efficace di fronte alle minacce. Se il nostro sistema immunitario funzionerà meglio, ci ammaleremo di meno e il nostro stato di salute ne guadagnerà.

3) Riduce lo Stress. Sorridere spesso e in modo naturale allevia lo stress. Spesso i sintomi dello stress si leggono sul viso, ma un sorriso può aiutarci ad apparire meno stanchi e abbattuti. Quindi, quando vi sentite stressati, provate a fare un respiro profondo e un bel sorriso. Vi aiuterà a sentirvi un po’ meglio.

4) Pressione del sangue. Sorridere aiuta a ridurre la pressione e a rallentare il battito cardiaco. Ciò significa che il nostro cuore funzionerà meglio e senza affaticarsi troppo. Le persone che sorridono spesso hanno meno probabilità di sviluppare patologie cardiache e godono di uno stato di salute migliore.

5) Buonumore. Sorridere, o vedere una persona che sorride, ci mette subito di buonumore. Perché? È merito delle endorfine, che ci aiutano ad accantonare la tristezza e la malinconia. Quando vi sentite un po’ giù, provate a sorridere. L’effetto di un bel sorriso, anche quando all’inizio appare forzato, è quasi immediato.

6) Produttività. Sorridere fa bene anche all’efficienza sul lavoro. Chi sorride ed è di buonumore di solito è più produttivo e lavora meglio. Dunque, ogni tanto, concedetevi una pausa divertente. Vi rimetterete alla scrivania con una rinnovata buona volontà.

7) Cervello. L’umorismo è una vera e propria palestra per il cervello e sorridere può essere d’aiuto. L’esercizio mentale del saper ridere aiuta a mantenere il cervello impegnato e fa bene all’umore e al fisico quanto una corsa o una partita a tennis. Secondo le ricerche più recenti, l’umorismo è in grado di aumentare la nostra forza dinanzi alle sfide della vita e la nostra flessibilità mentale.

8) Relazioni sociali. Secondo uno studio condotto in Inghilterra, i sorrisi genuini ci aiutano a stringere relazioni sociali sincere, mentre i sorrisi non spontanei fatti solo per educazione ci allontanano dagli altri. Secondo gli esperti, i sorrisi genuini sono una forma di ricompensa sociale preziosa. Fanno bene a noi stessi e alle persone intorno a noi. Sorridere, inoltre, stimola l’empatia e incoraggia l’ottimismo.

9) Riduce rischio di Ictus. Secondo una ricerca presentata dalla American Stroke Association, essere pessimisti e vedere tutto nero ci espone ad un rischio maggiore di ictus. Il nostro modo di essere e il nostro carattere incidono davvero sullo stato di salute. Quindi cerchiamo sempre di cogliere il lato positivo. Possiamo scegliere di essere felici e ottimisti per sentirci subito meglio.

10) Aumenta la Fiducia. Quando le persone attorno a noi sorridono in modo genuino e sincero, tendiamo a fidarci di loro molto di più. La fiducia è una componente molto importante nelle relazioni con gli altri, anche se si tratta di semplici conoscenti. Basti pensare che alcune relazioni sono nate proprio grazie ad un sorriso.

11) Stimola la Concentrazione. Lo stress può limitare la nostra capacità di attenzione e di concentrazione. Una delle armi più efficaci per garantire al nostro organismo un momento di relax è il sorriso. Sorridere contrasta l’azione negativa dello stress e riapre la nostra mente verso migliori capacità di percezione e di multitasking.

12) Riduce il Dolore. Il sorriso e la risata sono stati entrambi associati ad una riduzione del dolore. Grazie al sorriso e alla risata, infatti, nel nostro organismo vengono rilasciate endorfine, che non migliorano solo l’umore, ma che ci aiutano anche a sopportare meglio il dolore e ad alleviarlo. Ecco dunque la diffusione e il successo della clown-terapia negli ospedali.

13) La chiave del Successo. Sorridere infonde sicurezza e può essere la chiave del successo, sia nella vita che sul lavoro. Le persone sorridenti tendono ad attirare relazioni appaganti e feedback positivi. Accettano più volentieri l’aiuto degli altri e sono aperte al confronto pacifico. Non sono interessate alla competizione e tendono a proporre idee vincenti.

14) Rende più attraenti. Il sorriso rende le persone più attraenti e simpatiche. Stringere la mano ad una persona che ricambia con un sorriso è un’esperienza piacevole che migliora la nostra prima impressione sulle nuove conoscenze. Chi sorride spesso appare a proprio agio e più aperto agli altri rispetto a chi tende a mettere sempre il broncio.

15) Yoga della risata. E se da un semplice sorriso dovesse nascere una bella risata? Ridere fa bene. A confermarlo sono i numerosi benefici dello Yoga della Risata, che si affiancano agli effetti positivi del semplice sorriso: superare lo stress, la rabbia, la paura e il dolore.

Fonte: greenMe.It

PER RIDERE UN PO’

PAGINE DELLE PROPOSTE

PROPOSTE DI VISITE/PASSEGGIATE

IN TRENO STORICO DA NOVA GORICA (SLO) A BLED (SLO) SULLA FERROVIA TRANSALPINA

Date scelte: o  9/9, o 23/9,

 

MONTE NANOS – passeggiata naturalistica

BOTAZZO – passeggiata naturalistica

MARANO LAGUNARE – alla scoperta della natura incontaminata fra casoni, riserve naturali oppure per la processione di San Vito (15 giugno o la domenica successiva).

 

PROPOSTE “RICREATIVE”

BOWLING – giornata “ludico-ricreativa” presso il Bowling di Duino o Ancarano (con pizza, grigliata, altro)

Nota: la giornata è in programmazione.

 

MOSTRE

VENEZIA – TINTORETTO nel 500esimo anniversario della nascita. Palazzo Ducale dal 7 settembre a gennaio 2019.

FIRENZE – “Il Codice Leicester di Leonardo da Vinci. L’Acqua Microscopio della Natura” a cura di Paolo Galluzzi, presso La Galleria degli Uffizi di Firenze (29.10. 2018 – 20.01.2019)

… da definire

VICENZA – mostra su Van Gogh (“Van Gogh. Tra il grano e il cielo”) dal 7 ottobre 2017 all’8 aprile 2018)

 

A.I.D.A. Concorso Letterario 2018
 XVI edizione – Prosa e Poesia

REGOLAMENTO

 La partecipazione al Concorso è gratuita ed è riservata a donne residenti in Friuli Venezia Giulia, Veneto,  Istria slovena e croata. SCADENZA: 25 aprile 2018 – farà fede il timbro postale.

E’ SUDDIVISO IN DUE GRUPPI:

Gruppo 1: autrici aventi meno di 18 anni alla data di chiusura del concorso.

Gruppo 2: autrici aventi più di 18 anni alla data di chiusura del concorso.

 HA DUE SEZIONI:

 Sezione A – Prosa. Si partecipa inviando un racconto inedito – lunghezza massima 4 cartelle.

 N.B.   Per le autrici del Gruppo 1 (meno di 18 anni) i lavori sono a tema libero.

Per le autrici del Gruppo 2 (più di 18 anni) i lavori devono trattare un argomento a carattere sociale e avere come protagonista una figura femminile.

Sezione B – Poesia. Si può partecipare con, massimo, due poesie inedite – lunghezza massima 35 versi ciascuna.

 N.B. In questa sezione il tema è libero per entrambi i Gruppi.

– Prose e Poesie devono essere presentate in lingua italiana.

– Si può partecipare anche a entrambe le sezioni.

MODALITA’ di PRESENTAZIONE Pena l’esclusione, ogni concorrente dovrà:

– presentare le proprie opere in 6 (sei) copie, possibilmente dattiloscritte.

– di queste, 5 (cinque) copie devono essere anonime, recanti solo la Sezione e il Gruppo di appartenenza;

– 1 (una) copia deve contenere: la sezione, il gruppo di appartenenza, nome – cognome, data di nascita, indirizzo completo, numero di telefono, e-mail, una breve biografia, una dichiarazione che il lavoro presentato è inedito e la firma.

CONSEGNA I lavori si possono consegnare:

a mano – presso la sede dell’associazione A.I.D.A. – stazione delle autocorriere – 1° piano – Piazzale Foschiatti 1 – Muggia (TS), nelle giornate di apertura della sede: martedì e mercoledì 10 -11 e giovedì 15-17 – previa telefonata al n° 0409278281.

per posta – Associazione A.I.D.A. c/o Centro Culturale “G. Millo” P.zza della Repubblica 4 – 34015 Muggia (TS)

Per informazioni: aida_muggia@hotmail.it oppure chiamare 0409278281 in orario apertura sede.

L’A.I.D.A. non si assume responsabilità in caso di smarrimenti o disguidi nel recapito degli elaborati.

GIURIA  E’ formata da cinque componenti di cui una socia A.I.D.A. con il ruolo di Presidente. Le decisioni della giuria sono inappellabili. I nomi si conosceranno durante la cerimonia di premiazione.

PREMIAZIONE Sono previsti un primo premio e due segnalazioni per ogni gruppo. Nel caso in cui al Gruppo 1 pervenissero  meno di quattro (4) elaborati, alle partecipanti sarà riconosciuto solo un attestato di partecipazione.

Le vincitrici e le segnalate saranno contattate personalmente. Se impossibilitate a ritirare quanto loro assegnato, possono, con delega scritta, incaricare persona di fiducia. Non è previsto nessun tipo di compenso o rimborso.

Nota:– Ogni autrice è responsabile di quanto contenuto nei suoi scritti. Acconsente al trattamento dei suoi dati personali ai fini del concorso stesso e non saranno in alcun modo comunicati o diffusi a terzi per finalità diverse a quelle del concorso.  Le opere ricevute non saranno restituite e potranno essere pubblicate dall’associazione A.I.D.A. nel modo e nel tempo che la stessa riterrà più opportuno.

– La partecipazione al concorso implica la totale accettazione del presente regolamento. 

– Alle partecipanti sarà comunicato il giorno e l’ora della premiazione tramite mail.

– Organizzatrici e collaboratrici non possono partecipare al concorso in oggetto.

 

A.I.D.A.Literarni natečaj 2018

XVI prireditev -Proza in poezija

PRAVILNIK

 

Sodelovanje na natečaju je brezplačno in namenjeno ženskam Furlanije – Julijske krajine, Veneta, slovenske in hrvaške Istre.

ZADNJI ROK ZA PRIJAVO JE 25 aprila 2018 – odloča datum na poštni pošiljki

DELI SE NA DVE SKUPINI:

Skupina 1: avtorice mlajše od 18 let na dan zaključka natečaja.

Skupina 2: avtorice starejše od 18 let na dan zaključka natečaja.

IMA DVE SEKCIJI:

Sekcija A – Proza. Avtorice sodelujejo z neobjavljenim delom, ki ni daljše od 4 strani.

Skupina 1 (avtorice mlajše od 18 let) prosto izbira tematiko.

Skupina 2 (avtorice starejše od 18 let) obravnava tematiko s socialno noto in osrednjim ženskim likom.

Sekcija B – Poezija. Največ dve neobjavljeni pesmi – ne daljši od 35 verzov vsaka.

Za to sekcijo velja za obe skupini prosta izbira teme.

– Prozna dela in pesmi morajo biti v italijanskem jeziku.

– Avtorice lahko sodelujejo v obeh sekcijah.

NAČIN PRIJAVE Kandidatke morajo:

– poslati svoja dela v 6 (šestih) izvodih, po možnosti tipkopise.

– od teh 5 (pet) anonimnih izvodov, zgolj z oznako sekcije in skupine;

– 1 (en) izvod mora vsebovati: oznako sekcije, skupine, ime – priimek, rojstni datum, naslov, telefon, e-mail, kratek življenjepis, izjavo s katero potrjuje, da je prijavljeno delo neobjavljeno in podpis. V primeru nepopolne prijave se kandidatke izločijo.

 DOSTAVA DEL Dela se lahko dostavijo:

osebno – na sedežu društva A.I.D.A. – avtobusna postaja -1. nadstropje, Piazzale Foschiatti – Muggia – Milje (TS), v torek in sredo od 10h do 11h in četrtek od 15h do 17h ob predhodnem klicu na tel. 0409278281.

Po pošti na naslov: Associazione A.I.D.A. c/o Centro Culturale “G. Millo” P.zza della Repubblica 4 – 34015 Muggia – Milje (TS) – Italia

Informacije: aida_muggia@hotmail.it ali na tel. 0409278281 v uradnih urah.

A.I.D.A. ne prevzema odgovornosti v primeru izgube ali napačne dostave pisnih del.

ŽIRIJA Ima pet članov, od teh je ena članica društva A.I.D.A. v vlogi predsednice. Odločitvam žirije ni mogoče ugovarjati. Imena bodo razglašena na svečani podelitvi nagrad.

PODELITEV NAGRAD Predvidene so prva nagrada in dve nominaciji za vsako skupino. Če za skupino 1 prispejo manj kot štiri (4) dela, bo sodelujočim priznano zgolj eno potrdilo o sodelovanju.

Nagrajenke in nominiranke bodo osebno obveščene. Če na podelitvi ne bodo prisotne, lahko pooblastijo drugo osebo. Povračilo stroškov ali kakršno koli denarno nadomestilo ni predvideno.

– Opomba: Avtorice odgovarjajo za vsebino svojih del. Dovoljujejo, da se njihovi osebni podatki uporabljajo v skladu s pravili natečaja in ne bodo v nobenem primeru posredovani tretjim za namene, ki niso v skladu s pravili natečaja. Dostavljena dela se ne vračajo, društvo A.I.D.A. jih bo objavilo na način in v času, ki bo po lastni presoji najbolj primeren.

– Sodelovanje na natečaju je pogojeno s spoštovanjem pravilnika v celoti.

– Sodelujočim bosta sporočena dan in ura svečane podelitve priznanj.

– Organizatoricam natečaja in sodelavkam ni dovoljeno sodelovati na natečaju.

Associazione A.I.D.A. – c/o Centro Culturale “G. Millo” – Piazza della Repubblica, 4 – 34015 Muggia (TS) Sede operativa : c/o Stazione autobus – 1° piano – Piazzale Foschiatti – 34015 Muggia E-mail :aida_muggia@hotmail.it”aida_muggia@hotmail.it ;blog:aidamuggia.wordpress.com –  Telefono  040 9278281 Orario apertura sede – martedì e mercoledì 10-11 giovedì 15- 17