Associazione Interculturale Donne Assieme

Giornalino di Marzo 2017

 

ESSERE DONNA

Quando prendi coscienza di te

capisci le tue potenzialità,

sei in grado di valutare

le tue capacità, i tuoi limiti,

allora puoi lasciare libero il tuo pensiero

che vaga per l’universo,

perché l’hai raggiunto: è dentro di te.

Scopri così di non essere più sola …

Se ti accetti come sei, puoi anche volare!

 Licia Fontanot

 

  Nel-Mar … il giornalino fortunato

Nel-Mar … di sensibilità e di coraggio

Nel-Mar … che si avvale delle sue esperienze

Licia Fontanot

NOTIZIE di IERI – di OGGI – di DOMANI

7 febbraio: tradizionale primo incontro dell’anno presso l’hotel Lido, con la straordinaria partecipazione della nostra socia e scrittrice Silva Lepore.

4 marzo: gita a Verona per visitare la mostra “ MAYA il linguaggio della bellezza”.

7 marzo: ore 16.30 presso la sala conferenze “G. Millo”, Assemblea annuale delle socie. Seguirà Direttivo per le nomine.

8 marzo: ore 16.30, visita al museo ex Lavatoio di S. Giacomo che ospita la mostra fotografica “Storia delle donne nella prima guerra mondiale”, realizzata dal Museo Postale.

24 marzo: serata “ludico-ricreativa” presso il Bowling di Ancarano con pizza o grigliata.

4 aprile: ore 16.30, il tradizionale incontro mensile, si terrà presso la sala della Biblioteca Comunale “E. Guglia”, per la presentazione del libro “I piaceri del CONVIVIO passando per Trieste” di Giuliano Relja. Presenterà il libro Mara Rondi.

15 aprile: scadenza per la partecipazione al Concorso Letterario 2017.

Alcune date che ci piace ricordare:

8 marzo – Giornata internazionale della donna

(comunemente definita Festa della donna) ricorre per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono ancora oggetto in molte parti del mondo. Questa celebrazione si è tenuta per la prima volta negli Stati Uniti nel 1909, in alcuni paesi europei nel 1911 e in Italia nel 1922.

16 Marzo: World Sleep Day, la Giornata Mondiale del sonno Obiettivo della giornata è portare all’attenzione dell’opinione pubblica mondiale problematiche alle quali non viene dato il giusto peso. D’insonnia soffre quasi un italiano su tre ed è legata soprattutto a problemi metabolici, primo fra tutti l’obesità. Questa “relazione pericolosa” può moltiplicare anche di nove volte il rischio di malattia coronarica, quindi d’infarto. Lo ricordano gli esperti dell’Aims (Associazione italiana medicina del sonno) in occasione della giornata nazionale, che si celebrerà con lo slogan “Chi dorme sano non prende peso”.

21 marzo – La Giornata Mondiale della Poesia

E’ stata istituita dalla XXX Sessione della Conferenza Generale UNESCO nel 1999 e celebrata per la prima volta il 21 marzo seguente. La data, che segna anche il primo giorno di primavera, riconosce all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo e della comprensione interculturali, della diversità linguistica e culturale, della comunicazione e della pace. La celebrazione della Giornata Mondiale della Poesia rappresenta “l’incontro tra le diverse forme della creatività, affrontando le sfide che la comunicazione e la cultura attraversano in questi anni”, spiega Giovanni Puglisi, Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco. “Tra le diverse forme di espressione, infatti, ogni società umana guarda all’antichissimo statuto dell’arte poetica come ad un luogo fondante della memoria, base di tutte le altre forme della creatività letteraria ed artistica”.

                                                         21 marzo – Giornata Mondiale della Sindrome di Down

Obiettivo della Giornata, riconosciuta dalle Nazioni Unite, è principalmente quello di diffondere una nuova cultura della diversità e una maggior conoscenza delle persone con questa malattia, attraverso una serie di iniziative organizzate in ogni parte del mondo.

23 marzo – Giornata mondiale della Meteorologia

Giorno particolare per la Meteorologia, in quanto viene celebrata l’entrata in vigore della convenzione dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM), che risale al 1950. Ogni anno la Giornata mondiale della Meteorologia viene celebrata focalizzando l’attenzione su un tema specifico.

 

 

27 marzo – Giornata Mondiale del Teatro
Questa giornata è celebrata dai Centri Nazionali dell’I.T.I. che esistono in un centinaio di paesi del mondo.
L’Istituto Internazionale del Teatro è stato creato nel 1948, per iniziativa dell’U.N.E.S.C.O. e di personalità famose nel campo del teatro, ed è la più importante organizzazione internazionale non governativa nel campo delle arti della scena.

 

Coro Classico A.I.D.A.

Sabato 14 gennaio 2017, alle 20 il Coro Classico A.I.D.A. ha partecipato al concerto conclusivo della Rassegna U.S.C.I. Trieste – TERGESTE CHORUS NATALE nella Parrocchia Nostra Signora di Lourdes in via M. Mangart 2, Trieste. Posso dirvi che l’emozione è stata intensa fin da quando il nostro Maestro Nicola mi ha chiesto se desideravo provare a fare una nuova esperienza e mi ha dimostrato grande fiducia affidandomi l’incarico di coordinare il coro. Mi sono buttata con grande entusiasmo e subito ho pensato alla gioia di condividere con mia figlia Anna e il suo glockenspiel questa avventura. Mi è venuta l’idea di provare ad inserire anche due giovani violinisti, Riccardo Gondolo e Thomas Weber, per provare nuovi timbri assieme alle voci. Eravamo un po’ preoccupate per il poco tempo a disposizione e fino al giorno prima non siamo riusciti a provare con la nuova formazione, anche se ero certa della bravura dei ragazzi e delle coriste e alla fine sono stata molto soddisfatta del risultato. Non nascondo una certa difficoltà da parte mia a reggere l’emozione, nel momento in cui abbiamo iniziato a suonare davanti alla chiesa piena: ero improvvisamente preoccupata di dover suonare io…. ebbene sì, lo confesso, mi sono tanto concentrata a preparare gli spartiti per  i musici, a dare le ultime indicazioni alle coriste e a cercare di dare segni chiari per ricordare tutto da dimenticarmi di preparare me stessa… e proprio in quel momento mi chiedevo: ma che sto facendo??? tocca a me? che flauto freddo, devo dare io gli attacchi a tutti… Buffo vero? Cambiare il ruolo mi ha messo in difficoltà e mi ha reso timida, anche perché in prima fila c’erano occhi e orecchie del Maestro Martinolli; come lui ha ben interpretato nello scambio di battute alla fine della manifestazione, mi sentivo sotto esame e lo percepivo come la commissione più severa del mondo. A parte il mio disorientamento devo dire che sono stata felicissima dell’attenzione e della cura dimostrata dalle coriste, ed ho provato immenso orgoglio quando alla consegna della targa vedevo brillare i loro occhi. Sono molto grata al maestro Nicola Colocci e alla nostra Presidente Paola Serra. Non finirò mai di ringraziarli per questa opportunità che mi hanno generosamente donato e che ci ha permesso di trascorrere una giornata speciale. E’ stato molto bello anche poter conoscere un pochino i genitori dei violinisti che hanno dimostrato grande disponibilità e collaborazione, sacrificando un po’ del loro tempo per condividere con noi questo momento che rimarrà tra i nostri ricordi più preziosi.

                               Claudia Vascotto

Ringraziamo per le splendide foto Zeljko Jovanovic.

 

Cara Claudia, siamo noi tutte a doverti ringraziare per la tua disponibilità e serietà che da sempre dimostri nei nostri confronti. Grazie per la tua semplicità, dolcezza e tanta passione che dedichi sia durante le prove che nei concerti. Un ringraziamento particolare anche per i giovani musicisti che ci hanno accompagnato durante il nostro ultimo concerto e hanno così contribuito a rendere la serata davvero speciale. Noi tutte siamo rimaste molto colpite dalla loro bravura e serietà.

                                                                                                            Annamaria

 

Trattoria alle Rose

Muggia, tranquilla cittadina, ultimo lembo di terra istriana, adagiata su terreno collinare che degrada dolcemente verso il mare. Una curiosità: da Muggia si può godere dello spettacolo (cosa che avviene in pochi altri luoghi dello Stato Italiano) del tramonto sul mare Adriatico. (da Wikipedia). La strada principale, via Roma, contornata da alti alberi, costeggia il giardino comunale, dove ha sede la nuova biblioteca ma è anche passaggio di molto traffico che, attraverso la galleria, porta la circolazione dal mare al centro cittadino. Un altro edificio importante che ha sede nella strada è il Museo Carrà e proprio vicino al centro espositivo di tante mostre, si trova la “Trattoria alle Rose”, un delizioso locale sorto negli anni cinquanta, chiamato allora” Locanda de Parenzan”. (dal libro “Muggia” di Fabio Zubini) Nel corso degli anni ci sono stati diversi proprietari, tra gli altri lo storico Giorgio Corazza, mentre ora, da luglio 2015, il locale è gestito dalla nostra socia Denise Ban. La brava locandiera ha trasformato la trattoria in un ambiente molto accogliente, con rose dappertutto, dai dipinti sui muri, ai piatti di servizio, piuttosto che sulle tazzine di caffè. Spiccano sulle pareti anche quadri con aforismi scritti, sui tavoli vi sono tovaglie colorate mentre una bella stufa in ceramica riscalda l’ambiente. Il cibo, cucinato da lei giornalmente, è casalingo e varia dal pesce alle specialità locali. Le socie “aidine”, la vanno spesso a salutare e mercoledì 1 febbraio, in occasione della visita della nostra amica olandese Susanna che ci viene a trovare ogni anno, in 15 signore ci siamo date appuntamento “Alle Rose” per un buon pranzetto e una soddisfacente chiacchierata. Denise ha preparato un’ottima pietanza, seppie con la polenta, qualcuna ha optato per la jota triestina con contorno di insalata e un buon dolce, tutto cucinato in maniera ottimale che ci ha lasciato molto soddisfatte. Un bicchiere di vino per sciogliere la lingua, ma ovviamente non c’era bisogno di quello, la serenità, l’allegria della compagnia e la gioia di stare assieme, sono delle piccole cose che, a dispetto delle contrarietà che giornalmente ci accompagnano, ci fanno apprezzare sempre più la nostra associazione e tutte le amicizie che nel corso degli anni si sono formate. Grazie A.I.D.A.

                                                                                                                               Nelda

 

Paese che vai, gente che trovi…

Innanzitutto un caro saluto alle amiche e socie di A.I.D.A. dalle rive del Mare del Nord! Avendo vissuto in questo paese da più di mezzo secolo vorrei illustrare i vari usi e costumi qui in Olanda. Visto che ci avviciniamo alla festa di Carnevale vorrei dedicare alcune righe a questo argomento. Come ben sappiamo, il Carnevale Muggesano è una festa particolare, con tanti eventi tradizionali, ad esempio la sfilata dei carri allegorici (quest’anno il 26 febbraio), poi la tradizione conosciuta come Tutti a ovi ed altre. In Olanda invece, il Carnevale viene festeggiato per la maggior parte nelle regioni più a Sud del paese come in Limburg (Limburgo) e in Brabant, si direbbe a Sud dei grandi fiumi dove vive la maggioranza della popolazione cattolica.

Le città note per il loro Carnevale sono Maastricht, ‘Hertogenbosch, Eindhoven, Venlo e molte altre. Durante la festa si usa un saluto di carnevale, ossia alaaf. Alaaf deriva dalla tradizione carnevalesca di Colonia. Il gesto consiste nel portare le dita della mano destra in accompagnamento alla tempia sinistra. Questo termine si usa anche durante le celebrazioni di carnevale nel Belgio. Il Carnevale di Maastricht, proprio al Sud del paese, è molto famoso. L’intera città è in festa. Il sabato viene scelto il Principe del Carnevale e si svolge una grande parata nella piazza principale della città.
Domenica è ufficialmente il primo giorno del carnevale che viene festeggiato con una grande parata con numerosi carri. Il lunedì è dedicato ai bambini e il martedì la festa continua fino al mattino seguente.
I costumi sono importanti e sono fatti con cura ed attenzione, si colora anche il viso per creare fantasie uniche.
alaaf!
Alla prossima!  Susanna

 

PAROLE O_STILI

A Trieste di recente si è svolta una conferenza sui temi del linguaggio usato nel web, si tratta di un progetto sociale di sensibilizzazione contro la violenza on line, ne è seguito un manifesto per una rete che “non odia” … Per saperne di più vedi: www.paroleostili.com
Martedì 7 febbraio, abbiamo ripreso, dopo la pausa natalizia, i nostri consueti incontri presso l’hotel Lido. Con grande piacere, abbiamo apprezzato, tra noi, la presenza della scrittrice Silva Lepore che per un po’ ci ha piacevolmente intrattenute con sue poesie, scritte e, naturalmente recitate, in dialetto triestino. Con il suo permesso, ne pubblichiamo una…

I MESSAGINI

Celulàr …

Messagin …

TVTB per dir “te voio tanto ben”.

Un per de tasti

strucai su una picia scatoleta.

Cussì i comunica i giovani de ogi.

Nessun biglietin

che te ricordi la scritura de una cara man.

Nessuna letera che, dopo ani,

te resti ancora in cassetin

con el profumo dela memoria.

E mi, torno indrio

per ricordar el cuor che me martelava

co spetavo el postier

e per no dimenticar l’emozion

de una letera strenta sul mio peto

                                                                                                                       Silva Lepore

 

Prevenzione Incidenti domestici 

Continuiamo con la pubblicazione delle schede relative alle piante illustrate durante l’incontro tenuto lo scorso novembre presso la sala Millo, sulla prevenzione degli incidenti domestici.

seguirà…

DONNE INTELLIGENTI

Non ho nemici né ex amici, ho solo lasciato indietro persone con cui non avevo più nulla da condividere.
Virna Lisi

Solo con il tempo si impara ad essere più ciò che vuoi e meno ciò che gli altri vogliono che tu sia.
Merryl Streep

Non accettate le briciole, ci hanno fatto donne non formicheQuando ritorni a essere la tua priorità, magicamente funziona tutto.
Marilyn Monroe

Alla fine impari a dare alle persone la stessa importanza che danno a te
Meno si vede, meno si sente, meno si sa, meglio si sta.
Haudrey Hepburn

Da una donna stupida puoi ottenere quello che vuoi, da una donna intelligente, solo quello che meriti.
Julia Roberts

Io sorrido a tutti, ma non pensate che sia tanto stupida e ingenua da non capire chi ho di fronte.Amo il mio equilibrio instabile tra saggezza e follia, serenità e rabbia, perché mi rende maledettamente vera.
Anna Magnani

Ciò che conta non è fare molto, ma mettere molto amore in ciò che si fa.
Madre Teresa di Calcutta

Una donna che pensa fa paura, una donna che fa quello che pensa terrorizza!
Monica Bellucci

La furbizia di un uomo non potrà mai competere con l’intuizione di una donna. Mai!
Angelina Jolie

La raffinatezza di una donna è nell’eleganza dei suoi gesti, non nella marca o scollatura dei suoi vestiti.
Brigitte Bardot

Quelle come me guardano avanti, anche se il cuore rimane sempre qualche passo indietro.
Alda Merini
                                                                                                           Da WhatsApp

 

TENDENZE PRIMAVERA/ESTATE 2017

10 COLORI MODA SECONDO PANTONE  

Quando si parla delle nuove tendenze della primavera/estate 2017 non si può non affrontare l’argomento che riguarda i colori moda di Pantone. L’istituto, come ogni stagione, ha messo a punto la sua nuova palette, il famoso spring color report redatto subito dopo il termine delle fashion week di settembre. Sono ancora una volta 10 i colori moda della primavera/estate 2017 secondo Pantone e sono tutte tinte piuttosto brillanti, calde e coinvolgenti, che possiamo abbinare a capi basic e sobri o anche tra loro, per uno stile arcobaleno o color block. Dunque con le tendenze moda della primavera/estate 2017 dobbiamo assolutamente inserire qualche capo di abbigliamento o accessorio che sia tinto in una di queste cromie:

Primrose Yellow, un giallo molto intenso e delizioso.

  • Pink Yarrow, praticamente un vivacissimo fucsia, che ci rimanda alla moda anni ottanta.
  • Flame, un rosso aragosta, ideale soprattutto quando si è abbronzate.
  • Lapis Blue, che rievoca i prestigiosi lapislazzuli.

Per quanto riguarda i colori moda della primavera/estate 2017 più delicati e leggeri:

  • Pale Dogwood, una sorta di rosa cipria.
  • Hazelnut, un elegante nocciola.
  • Island Paradise, un celeste brillante.
  • Greenery, un verde prato inglese.

Tra le tinte leggermente più spente troviamo invece:

  • Niagara, che ricorda un azzurro avio molto simile al colore dei jeans.
  • Kale, un verde militare intenso.

PANTONE

Pantone Inc. è un’azienda statunitense che si occupa principalmente di tecnologie per la grafica, della catalogazione dei colori e della produzione del sistema di identificazione di questi ultimi. Divenuto standard internazionale per quanto riguarda la grafica, è ultimamente utilizzato anche per la gestione dei colori nel mondo dell’industria e della chimica.

7 buoni motivi per lavarsi le mani                    

Ogni anno, più di un milione e mezzo di bambini sotto i 5 anni muoiono a causa delladiarrea, la seconda causa globale di mortalità infantile. La polmonite, prima causa globale di mortalità infantile, uccide ogni anno 1,8 milioni di bambini tra 0 e 5 anni. Lavarsi le mani è la misura più efficace e meno costosa per prevenire queste malattie killer.

  1. Lavarsi le mani con il sapone in alcuni momenti della giornata – in particolare prima di mangiare o cucinare e dopo essere stati in bagno – può ridurre di oltre il 40%la mortalità per diarrea e di circa il 23% l’incidenza della polmonite e delle altre infezioni respiratorie acute.
  2. Studi clinici condotti nel 2006 in occasione dell’epidemia di SARS hanno rivelato che lavandosi le mani almeno 10 volte nell’arco della giornata il contagio del virus si riduceva del 55%.
  3. In molte parti del mondo lavarsi le mani con il sapone è un’abitudine niente affatto radicata. Indagini condotte sulla popolazione adulta in diversi Paesi fanno emergere scenari preoccupanti, con percentuali di utilizzo di acqua e sapone che vanno da zero a poco oltre il 30% dei soggetti monitorati.
  4. Il lavaggio delle mani con sapone da parte delle levatrici tradizionali prima del parto assicura un incremento nei tassi di sopravvivenza perinatalefino al 44%.
  5. Contrariamente a quanto sia dato pensare, lo scarso uso del sapone è dovuto più a scarse nozioni di igiene che a problemi di ordine economico. Ricerche recenti dimostrano che il sapone è presente nel 95% delle famiglie dell’Uganda, nel 97% delle case delKenya e nella totalità delle famiglie peruviane. Esso però è usato principalmente per lavare i panni o le stoviglie, e per fare il bagno o la doccia, non per il lavaggio regolare delle mani durante la giornata.
    1. La pratica del lavaggio delle mani si è dimostrata capace anche di ridurre l’assenteismo scolastico. In Cina, ad esempio, il tasso di assenze nelle scuole dove era stata effettuata la sensibilizzazione sui problemi igienici e la distribuzione delle saponette è stato inferiore del 54% rispetto alla media nazionale.

RICETTE … PER LE DONNE

Risotto mimosa agli asparagi          

Ingredienti: 400 g di riso Arborio, 500 g di asparagi, 1 mela rossa, 2 uova, 1/2 cipolla, 1 l di brodo vegetale, 1 cucchiaino abbondante di curry in polvere, 40 g di burro, 1 ciuffo di prezzemolo, sale

Procedimento:

1) Lavate e pulite gli asparagi, eliminate la parte bianca del gambo, lasciate intere solo le punte e tagliate il resto a rondelle.

2) Tritate la cipolla e fatela appassire a fuoco basso nel burro per qualche minuto, versate quindi il riso e fatelo tostare mescolando per 2 minuti.

3) Aggiungete al riso gli asparagi, versate quindi 2 mestoli di brodo e fate cuocere per 10 minuti, continuando ad aggiungere brodo man mano che viene asciugato dalla cottura e mescolando di tanto in tanto.

4) Sbucciate la mela e tagliate la polpa a dadini molto fini, aggiungeteli al riso assieme al curry, sciolto in un mestolo di brodo, e proseguite la cottura del risotto per altri 6 minuti. Al termine salate.

5) Fate rassodare nel frattempo le uova lessandole per 8 minuti a partire dall’inizio del bollore, sgusciatele, passatele al tritaprezzemolo e spolverizzatele sul risotto nei piatti individuali. Guarnite con il prezzemolo tritato al momento e servite.

Pollo mimosa

Ingredienti: un pollo di 1,250 kg circa, farina, brodo, aglio, una cipolla, vino bianco secco, una puntina di curcuma, una foglia di alloro, 2 uova, prezzemolo, olio, sale, pepe 

COME SI PREPARA

1) Pulite il pollo, tagliatelo a pezzi e infarinatelo. In una larga padella rosolate con 3 cucchiai di olio i pezzi di pollo; quindi aggiungete la cipolla affettata, l’alloro e l’aglio. Salate, pepate, e bagnate con un bicchiere di vino.

2) Fatelo evaporare, poi unite 2 mestoli di brodo caldo nel quale avrete stemperato la curcuma. Coprite e cuocete per 30 minuti.

3) Rassodate le uova, sgusciatele e tritatele. Cospargete il pollo con prezzemolo tritato e le uova sode e servite.

Zucchine mimosa

Ingredienti: 8 zucchine, prezzemolo, farina, un uovo, 3 acciughe sotto sale, aglio, olio, aceto, sale.

COME SI PREPARA                 

1) Lavate con cura le zucchine, spuntatele e tagliatele a fette nel senso della lunghezza.

2) Fate scaldare abbondante olio in una padella; infarinate le zucchine e buttatele nell’olio facendole friggere da entrambi i lati, poi mettetele a perdere l’unto su carta assorbente da cucina.

3) Rassodate l’uovo e mondate il prezzemolo e l’aglio. Lavate le acciughe sotto l’acqua corrente e dividetele in filetti; fatele marinare in una ciotola, coperte di aceto per 10 minuti.

4) Quindi sgocciolatele e frullatele con prezzemolo, aglio, 3 cucchiai di aceto e 2 di olio. Regolate di sale, se occorre.

5) Cospargete uniformemente di salsa le zucchine, distribuitevi sopra l’uovo tritato e servite.

Crostatine gialle

Le crostatine gialle sono delle crostatine realizzate con della pasta frolla, farcite con una crema aromatizzata al cocco e ananas. Ingredienti. 300 gr di pasta frolla, 100 gr di burro, 125 gr di zucchero, 2 uova, 125 gr di farina di cocco, 70 gr, di farina 00, 1 limone, 8 fettine di ananas sciroppato, gelatina q.b. 

Preparazione:

Con la pasta frolla foderate gli appositi stampini.

Montate il burro con lo zucchero, rompete dentro le uova e sbattete ancora.

Unite le due farine e realizzando un movimento dall’alto verso il basso, mescolate con una spatola, fino a che il composto non sarà ben amalgamato.

Versate due cucchiai di succo di limone, mescolate ancora e riempite le crostatine con la crema ottenuta e mettete una fetta di ananas.

Infornate per 20 minuti a 160°, una volta cotte sfornate e passatevi sopra della gelatina.

e  buon appetito a tutti!

PER RIDERE UN PO’

PAGINA DELLE PROPOSTE

PROPOSTE in corso 
MAYA il linguaggio della bellezza a Verona: 4 Marzo 2017
MUSEO EX LAVATOIO – San Giacomo Ts: 8 marzo 2017
BOWLING – serata “ludico-ricreativa” presso il Bowling di Ancarano (con pizza o grigliata): 24 marzo 2017
ARBORETUM: Lubiana, Slovenia: 8 aprile 2017
PROPOSTE da definire
  VISITA ALL’ACQUEDOTTO RANDACCIO
  MOSTRA “Lloyd. Le navi di Trieste nel mondo” – Centrale Idrodinamica – Porto Vecchio (Trieste)

  L’EGITTO – mostra a Verona fino a settembre 2017

  CENTRO DIDATTICO NATURALISTICO – (Basovizza)

  ORTO BOTANICO – (Trieste)  

MONTE NANOS passeggiata naturalistica

  MARANO LAGUNARE

  GROTTE “LE TORRI di SLIVIA”

  GROTTE di SAN CANZIANO (Slovenia)

PROPOSTE “ricreative”

 CIACOLADA SOTO LE STELE – serata conviviale presso agriturismo Scheriani.

 

Note: le proposte non attuate nell’arco dell’anno 2017, saranno rinviate all’anno successivo.

Chi è interessato può già dare la propria adesione.

 

Associazione A.I.D.A. – c/o Centro Culturale
“G. Millo” – Piazza della Repubblica, 4 – 34015 Muggia (TS)
Sede operativa : c/o Stazione autobus – 1° piano – Piazzale Foschiatti – 34015 Muggia (TS)
E-mail aida_muggia@hotmail.it; blog:aidamuggia.wordpress.com Telefono 040 9278281
Orario apertura sede – martedì e mercoledì 10-11 giovedì 15- 17

Stampato in proprio – marzo 2017