Associazione Interculturale Donne Assieme

Giornalino di Febbraio 2017

 

ESSERE DONNA

Quando prendi coscienza di te

capisci le tue potenzialità,

sei in grado di valutare

le tue capacità, i tuoi limiti,

allora puoi lasciare libero il tuo pensiero

che vaga per l’universo,

perché l’hai raggiunto: è dentro di te.

Scopri così di non essere più sola …

Se ti accetti come sei, puoi anche volare!         

                                                                                                                       Licia Fontanot

 

         Nel-Mar … di scelte e considerazioni
         Nel-Mar … di pensiero e conquista
         Nel-Mar … di equilibrio e responsabilità
                                                     Licia Fontanot

 

NOTIZIE di IERI – di OGGI – di DOMANI

23 dicembre: il Coro Classico A.I.D.A si è esibito a Muggia Vecchia nella basilica di S. Maria Assunta.
29 dicembre (mattina): partecipazione del Coro Classico A.I.D.A alla trasmissione “in diretta con voi”, programma radiofonico di Radio Nuova Trieste, condotto da Mario Biancorosso.
29 dicembre (pomeriggio): esibizione del Coro Classico A.I.D.A presso la casa di riposo Emmaus di Trieste.
10 gennaio: è ripreso il corso di Ginnastica posturale, tenuto dalla prof. Martina Adriani, dopo la pausa per le vacanze natalizie, sede e orari consueti.
14 gennaio: il Coro Classico A.I.D.A ha partecipato, presso la Chiesa parrocchiale di Nostra Signora di Lourdes – Altura, alla XVI edizione di canti e tradizioni natalizie, organizzato da USCI Trieste.
23 gennaio: il primo Direttivo del 2017 si è tenuto nella nostra sede di piazzale Foschiatti 1.
31 gennaio: riapertura della sede con i consueti orari.
7 febbraio: presso l’hotel Lido, alle ore 16.30, ripresa dei tradizionali appuntamenti del primo martedì di ogni mese.
Dal 23 al 28 febbraio: settimana di carnevale, la sede rimarrà chiusa dal 21 febbraio al 2 marzo.

BUON DIVERTIMENTO A TUTTE LE SOCIE CHE PARTECIPERANNO ALLA SFILATA

7 marzo: presso la sala conferenze “G. Millo” si terrà l’Assemblea annuale delle socie A.I.D.A, con prima convocazione alle 16.30 e seconda alle 17.00.
Tutte le socie sono invitate a partecipare per ricevere le comunicazioni della Presidente e del Direttivo e per esprimere le proprie proposte.
Nota informativa: con la Lucciolata del 6 gennaio 2017, organizzata da Cuore Amico – sezione di Muggia, in collaborazione con A.I.D.A, sono stati raccolti 630 € che saranno donati all’ associazione “La Via di Natale” per la manutenzione della casa che si trova nel comprensorio del CRO di Aviano,  a disposizione dei familiari dei malati di tumore.

Alcune date che ci piace ricordare:

5 febbraio – Giornata nazionale dello spreco alimentare

na giornata per riflettere sui nostri comportamenti e cercare di modificarli. Non solo per risparmiare nel quotidiano ma anche per salvaguardare il nostro pianeta.

12 febbraio – Darwin day

Il Darwin Day è una celebrazione in onore di Charles Darwin (biologo, naturalista e illustratore britannico, celebre per aver formulato la teoria dell’evoluzione delle specie animali e vegetali) che si tiene in occasione dell’anniversario della sua nascita. Questa tradizione è nata inizialmente in Inghilterra e negli Stati Uniti immediatamente dopo la morte di Darwin stesso nel 1882 e continua tutt’oggi in tutto il mondo. In Italia i Darwin Day vengono celebrati dal 2003.

14 febbraio – Festa degli innamorati
La festa di San Valentino è celebrata in gran parte del mondo.

21 febbraio – Giornata internazionale della lingua madre
Una celebrazione indetta dall’UNESCO per promuovere la diversità linguistica e culturale e il multilinguismo.
24 febbraio – M’illumino di Meno
tredicesima edizione, si rinnova l’invito a spegnere le piazze, le illuminazioni private e pubbliche.

Il 24 febbraio 2017 Radio2 invita tutti a partecipare alla giornata del risparmio energetico.
Come? Spegnendo le luci, andando al lavoro in bicicletta, cucinando a basso impatto ambientale, diffondendo il messaggio.
Il decalogo di m’illumino di meno

    spegnere le luci quando non servono.

  1. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici.
  2. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
  3. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
  4. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
  5. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria.
  6. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne.
  7. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
  8. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
  9. utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.

Cena di Natale

Eccoci arrivati a Natale, e alla nostra tradizionale cena che le socie aspettano con grande soddisfazione perché sono certe di essere arrivate alla chiusura dell’anno solare avendo lavorato molto bene nel portare avanti la nostra associazione, qualche volta con fatica ma sempre con la consapevolezza di costruire qualcosa di utile per la nostra comunità. L’ A.I.D.A. dal suo esordio nel territorio muggesano è stata sempre ospite all’hotel Lido per le riunioni del primo martedì del mese. Per contraccambiare la gentilezza dei proprietari ogni anno la festa si svolge in una delle belle e ariose sale del ristorante. I capostipiti Pino e Vilma Suraci aprirono un’osteria nel 1954, trasformandola poi con il passare degli anni in un albergo.La bella posizione di fronte al mare e l’ottima cucina fanno dell’hotel ristorante Lido una meta privilegiata per riunioni di lavoro, ricevimenti e cerimonie, meritando la classifica di “3 stelle”. Oggi Vilma Suraci è affiancata dal figlio Giorgio che dirige la struttura, mentre lei nonostante l’avanzare degli anni, non vuole saperne di lasciare la sua cucina in mano a due cuochi professionisti. Martedì, 13 dicembre 2016, le socie si sono incontrate per la cena e per scambiarsi gli auguri natalizi. Come sempre Giorgio e Vilma Suraci si sono adoperati in maniera eccellente nell’accoglierci con un brindisi augurale. La presidente Paola Serra, ha preso la parola per salutare le socie presenti, e non bisogna dimenticare anche alcuni uomini che frequentano il corso di ginnastica posturale, ringraziando le varie persone che in questo anno hanno, in vari modi, aiutato l’associazione, dimostrando simpatia e stima. Poi sono arrivate le pietanze, e qui una sorpresa, perché ci aspettavamo un primo; invece Giorgio e Vilma ci hanno fatto la sorpresa di un tris di primi che ci ha veramente deliziato. A seguire un ricco piatto di pesce ai ferri, con torta e brindisi finale. La serata si è conclusa con la lotteria. Sono stati vinti e distribuiti prodotti alimentari, decorazioni fatte dalla sempre brava e insostituibile Carmelina, un kit di ingredienti per fare un’ottima pasta all’amatriciana, acquistati per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto, ceramiche di Rita Gsaller e un plaid fornito da Silvia Lepore. Nel salutarci ci siamo scambiate gli auguri per un anno migliore nella speranza di ritrovarci ancora insieme.

                                                                                                                                      Nelda

Coro Classico A.I.D.A. 23.12.2016

Venerdì, 23 dicembre, nel Santuario della Beata Vergine Assunta sul colle di Muggia Vecchia, il Coro Classico dell’associazione A.I.D.A. ha portato la sua esperienza corale in un concerto natalizio, circondato dall’atmosfera mistica che si percepisce dentro quelle mura. Il coro, diretto dal M° Nicola Colocci, e accompagnato dal flauto della corista Claudia Vascotto, ha eseguito musiche prettamente natalizie, tra le quali,” Adeste Fidele” e il famoso “ Tu scendi dalle stelle”, un canto composto nel 1754 dal napoletano sant’Alfonso de’ Liguori. Calorosi applausi alle coriste e al Maestro dai presenti per l’ottima esecuzione grazie anche alla buona acustica della chiesa. Il parroco don Andrea nel suo saluto finale ha ringraziato il coro, il M° Colocci e tutto il pubblico, inoltre si è dimostrato molto soddisfatto delle presenze corali che si esibiscono nella Basilica, perché la chiesa, oltre a luogo di preghiera, deve essere punto di aggregazione e solidarietà comune. Poi come di consueto è seguito un rinfresco nell’ accogliente canonica.
                                                                                                                       Nelda


Per fortuna esistono ancora dei piccoli gesti.
È proprio così, spesso prima di qualche festa mi trovo tutta indaffarata, corri di qua, corri di là, a volte con una grande confusione in testa. E poi basta un piccolo gesto che ti fa riflettere e all’improvviso la confusione sparisce. Tutto questo mi è capitato dopo il concerto che abbiamo eseguito nella basilica di Muggia Vecchia, dove una gentile coppia ha regalato a tutti i componenti del coro un delizioso rametto natalizio. Un piccolo gesto che mi ha commosso e ha reso le mie festività natalizie speciali.

                                                                                                             Annamaria

  

Coro Classico A.I.D.A. 29.12.2016

Sono passati pochi giorni da quando abbiamo cantato in radio  ma ho la strana percezione come fossero passati mesi… Sarà perché ho atteso quella data  chiedendomi come ogni volta: riuscirò ad essere presente e partecipare  con loro a questo momento speciale e prezioso? E come ogni volta  come per magia sono riuscita ad organizzarmi e sono stata felice di far parte di questa splendida esperienza … sì posso dirlo: c’ero anch’io!!!  Sono arrivata col mio scooter ed ho incontrato subito Lidia che ci aspettava emozionata  per il suo “debutto” alla radio,   visto che la volta scorsa non aveva potuto cantare assieme a noi. Mi sentivo come  una veterana! Quando è arrivato Nicola siamo entrati e con nostra sorpresa erano già quasi tutte dentro la stanza diligentemente puntuali. Mi sono subito sentita a mio agio con il desiderio di iniziare subito questa nuova avventura assieme alle altre coriste… Era molto piacevole e naturale.  Ho percepito  la contentezza di tutti noi nel condividere questo momento musicale e osservavo i movimenti  sicuri del tecnico Riccardo Righi e del Sig. Mario Biancorosso che ha sempre molte cose interessanti da raccontare. Ci hanno accolto con calore e simpatia. Abbiamo ricevuto  un nuovo invito per la prossima  primavera  e credo che questo ci farà da   stimolo per preparare nuovi brani con rinnovato entusiasmo. E’ stato altrettanto divertente ritrovarci poi alle Torri d’Europa ognuno con le proprie preferenze gastronomiche… era simpatico salire la scala mobile quasi tutte assieme vestite uguali con la sciarpa gialla che ci contraddistingueva!!! Probabilmente avremo  suscitato un po’ di curiosità in chi ci vedeva passare belle sorridenti tutte vestite uguali. Devo dire che mi sono divertita molto e sono tornata al lavoro rilassata e sorridente   sentendomi più ricca e appagata di prima. E dire che basta così poco in fondo per essere felici no??? “Canta che ti passa” è il mio motto, grazie a tutti, alla prossima.

Un giorno speciale

Per il Coro Classico A.I.D.A. il 29 dicembre è stato un giorno veramente speciale. Un modo bellissimo per concludere in bellezza il 2016.
La mattina presto ci siamo ritrovate in via Besenghi per entrare nello studio radiofonico dell’emittente Radio nuova Trieste ( www.radionuovatrieste.it, tel. 040 308854 ).
Là, siamo intervenute per la seconda volta al programma ‘In diretta con voi’ – diretta con gli ascoltatori con intrattenimento in vernacolo triestino – curato e presentato dal gentilissimo signor Mario Biancorosso, fonte inesauribile di tante nozioni storiche regionali, ben disponibile a condividerle. A tutti ha prestato il suo preziosissimo aiuto, il tecnico radiofonico Riccardo Righi.
L’atmosfera era di una bella attenzione e concentrazione. Presente con noi, la presidente Paola Serra che ha avuto uno spazio per illustrare le attività dell’Associazione. Un sentito grazie a Remo Tosolini, marito di una nostra socia, che ci accompagna sempre ‘in trasferta’, trasportando dappertutto la nostra pianola.
Ci siamo sistemate nella stanza insonorizzata, dove il maestro Nicola Colocci ci ha fatto riscaldare le voci e subito è iniziata la diretta. Una simpaticissima e bella trasmissione.
Noi coriste siamo state particolarmente all’altezza, quel giovedì. Il programma era prettamente natalizio, lo stesso del 23 dicembre eseguito a Muggia Vecchia. Personalmente mi faceva venire la pelle d’oca il particolare timbro soffuso ed etereo del flauto di Claudia Vascotto, nella sua limpida tranquillità. Si percepiva il palpito del suo respiro. Bravissima!
Che dire poi di Nicola Colocci, che è l’artefice del tutto! Della sua pazienza e perseveranza con cui riesce a farci cantare oltre le nostre capacità naturali, offrendoci, altruisticamente, le sue perle musicali! Chissà se ne siamo sempre davvero consapevoli. Grazie Nicola! Oltre a preparare e guidare il canto da pazientissimo maestro del coro, non si limita a questo, infatti, svolge anche il ruolo strumentale alla pianola, in pratica sdoppiandosi con estrema maestria. In questo concerto ha creato delle atmosfere particolarmente belle, natalizie, aiutate dal caldo suono dell’organo, che a tratti richiamava reminiscenze di zampogne… un mago!
Finita, egregiamente, la diretta radiofonica; non è stata mica la fine della nostra giornata! Ci siamo, infatti, concesse una lunga ricreazione alle Torri d’Europa, come delle scolarette felici.
Dopo di ciò, di pomeriggio, siamo andate, con lo stesso programma, ad allietare gli ospiti della Casa di riposo Emmaus, dove siamo state accolte con gioia e crediamo di averne portato anche noi a loro.
Per rendimento musicale è stata davvero una buona giornata. Questo tipo di concerti porta sempre delle emozioni particolari.
Colgo l’occasione per ricordare ancora con emozione e commozione particolare, uno dei concerti del 2016, quello in cui abbiamo compartecipato col coro degli Afasici nella Basilica dell’Assunta a Muggia Vecchia.
Per il nostro Coro è stato un bell’anno 2016. Grazie a tutti!
Alice

Carissime coriste,

ho dovuto aspettare un paio di giorni per rientrare nella normalità, prendermi il tempo per leggere le vostre mail e rispondervi. Alice, nonostante ti conosca da tanti anni non finisci mai di stupirmi, sia per le osservazioni sugli errori di lettura dei testi latini, sia per la tua corretta scrittura in italiano non essendo la tua lingua madre. Brava mula, abbiamo fatto un ottimo acquisto. Passando al concerto alla radio la mia sensazione è stata positiva. Il signor Mario Biancorosso ci ha accolto con grande gioia e simpatia. Eravamo tutte gasate ed entusiaste. Quando è arrivato Nicola ci siamo subito sentite sicure. Nicola, sei unico e noi abbiamo avuto la fortuna di averti per tutti questi anni. Come si può descrivere l’emozione che si prova quando Claudia incomincia a suonare il flauto? Infatti quando lei manca … manca. Siamo state invitate nuovamente a cantare alla radio in primavera e anche questa è una bella soddisfazione. Grazie Paola, che sei sempre presente come presidente dell’AIDA e grazie, Annamaria, che ci aggiorni e ci ricordi degli impegni presi. Rinnovo assieme a mio marito gli auguri più cari per un 2017 che sia di pace, serenità e salute.

                                                                                                                                                Rita

 

Prevenzione Incidenti domestici 

Come promesso nel giornalino di Dicembre, iniziamo da questo numero a pubblicare le schede relative alle piante illustrate durante l’incontro tenuto presso la sala Millo, il 22 novembre scorso. Le piante che verranno via via elencate, hanno diverse proprietà di miglioramento dell’aria e quindi anche la loro collocazione nei vari ambienti, potrà essere diversa.


 

seguirà…

LA CUCINA DI CASA NOSTRA di Liviana Poropat
(Racconto sceneggiato della domenica)
Per chi non lo sapesse, domenica 15 gennaio 2017, è iniziata una nuova trasmissione radiofonica sulla nostra Radio Regionale, ecco le relative informazioni inviate da Liviana Poropat.
Sulla cucina si è detto, scritto e visto di tutto e di più. Mancava lo sceneggiato. La lacuna è stata colmata dalla nostra Rai regionale, perché il 15 gennaio, ore 9:15, inizia un originale radiofonico in dodici puntate dedicato alla cucina di casa nostra. Alcuni amici triestini, friulani e non, appassionati di cucina, tra gags, trovate e invenzioni racconteranno le storie curiose di alcune ricette della nostra regione, dal strucolo de pomi, ala calandraca, al boreto graisan, al frico, … “La cucina di casa nostra” uscito dalla penna di Liviana Poropat, con la regia di Stefania de Maria e interpretato da Elke Burul, Gualtiero Giorgini, Adriano Giraldi e Mariella Terragni vi faranno gustare tra un frizzo e un sorriso i cibi della nostra tradizione.
Radio 1 FM 91:50 ore 9:15 circa dopo il Gazzettino e Vita nei campi

 

Coro Folcloristico A.I.D.A: “Fine percorso”
Nel giornalino di febbraio 2007, annunciando l’avvio della nuova sezione del Coro, avevo chiuso la pagina delle “Notizie” con la 0frase:… “se son rose, fioriranno”…
Nel primo numero del giornalino del 2008 scrivevo:
‘Credo che anche queste rose hanno attecchito, stanno crescendo ed hanno incominciato a fiorire. Grazie M. Edoardo Marchio.
Starà a tutte noi durante il 2008 fare in modo che tutto ciò che abbiamo seminato e curato in questi primi 10 anni dell’A.I.D.A. continui a fiorire, a farci sorridere, a darci il piacere di star bene assieme.’
Preparato e diretto poi dalla M. Giulia Fonzari, il Coro Folcloristico è cresciuto, ha cantato e in tante occasioni anche all’estero, è stato apprezzato per il repertorio che presentava ed anche per il costume tradizionale muggesano che indossavano le coriste.
Alla fine del 2016, il 26 e 27 novembre il Coro Folcloristico A.I.D.A. ha cantato a Portschacht (Austria), in occasione dell’Avvento. Il 7 dicembre, in concerto con la Serenade Ensemble “Quintetto di Ottoni”, ha cantato nella chiesa di S. Maria Maggiore a Trieste.
Sono le ultime esibizioni che per un po’ ricorderemo, perché il giorno 31 dicembre è arrivato un biglietto che informava la presidenza dell’A.I.D.A. che la M. Giulia Fonzari rassegnava le dimissioni dalla conduzione del Coro.
La “rosa” è entrata così in una fase di riposo, di riflessione, di attesa. Alcuni “rami” sono stati trapiantati in un altro terreno ed hanno scelto di continuare a fiorire altrove. Altri stanno aspettando di ritornare a fiorire e, se lo vorranno, sarà ancora cura dell’A.I.D.A di cercare di rispondere positivamente.
Auguro alle coriste di proseguire una serena passeggiata fra le note, sperando che resti viva la nostra preziosa amicizia.
Gabriella L.
Nota: è doveroso ricordare che Gabriella Lenardon è stata l’artefice della nascita del Coro Folcloristico A.I.D.A. Infatti, si è impegnata nella ricerca dei costumi storici tradizionali delle mogli dei pescatori muggesani e nel trovare sul mercato le stoffe che corrispondessero il più possibile ai costumi dell’epoca. Importante è stata anche la preziosa collaborazione di alcune coriste e socie, pratiche nell’arte del cucito. La presidente Paola Serra e il Comitato di Presidenza si associano all’augurio che Gabriella fa alle coriste tutte.
Paola S.
 

Riceviamo da Marisa Corossez un pensiero dedicato alla sua amica Gianna, che è stata anche nostra socia ed ora non c’è più.

Ricordo

Ti cerco, ti telefono, mi manchi.
Per la tua simpatia, per le tue risate,
per il tempo che mi dedichi.
A te Gianna, la parola ti è facile,
i tuoi gesti, sono irresistibili.
Quando saluti tutti, e dici va tutto bene.
Per il tuo faticoso lavoro, e tanta pazienza.
Per l’amore, che provi per i tuoi figli, che sempre aiuti.
Per il tuo bellissimo nipote, che per noi è la
cosa più cara al mondo.
Per le nostre passeggiate, grandi e piccole,
per la nostra amicizia, che dura da tantissimi anni
                                                                            Marisa

Le donne si addormentano prima ma si svegliano più presto   

Le donne dormono in maniera diversa rispetto agli uomini? In parte sì, stando a uno studio appena pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences secondo cui tutto dipenderebbe da un “passo” leggermente diverso dell’orologio biologico che segna il ritmo sonno/veglia.

«Nelle donne c’è una maggior tendenza ad addormentarsi prima e a svegliarsi presto: è come se vivessero su un fuso orario un po’ spostato verso est afferma l’autrice, Diane Boivin della McGill University di Montréal . Questi ritmi circadiani un poco accelerati potrebbero spiegare perché le donne tendono a sentirsi più stanche al mattino e perché il loro grado di allerta di notte è inferiore, ma anche la maggior frequenza di alcuni disturbi del sonno nel sesso femminile: le donne sembrano infatti più sensibili alle alterazioni del ciclo sonno/veglia». «Accumulano più rapidamente un debito di sonno e fanno molta fatica a recuperarlo, sono perciò più a rischio per le conseguenze di un riposo inadeguato conferma Federica Provini, segretario A1MS . Di certo hanno un ruolo gli ormoni femminili, ma non è tutto: le donne, che in media dormono più degli uomini, si lamentano più spesso di dormire male anche se poi i dati oggettivi della polisonnografia non lo confermano. La percezione della cattiva qualità del sonno è maggiore e forse c’entrano anche aspetti emotivi e il tono dell’umore: la depressione è più frequente nel sesso femminile, così come l’insonnia». È vero specialmente in menopausa: negli anni di passaggio verso la fine dell’età fertile la probabilità di insonnia arriva fino al 42 per cento, stando a dati presentati pochi giorni fa al congresso della North American Menopause Society, e man mano che si procede verso la menopausa i sintomi tendono a peggiorare.

                                                                                                                                 Da Intranet ASUITs

RICETTE … DI STAGIONE

Pan d’arancio
Il pan d’arancio, una ricetta tipica siciliana, è una torta molto semplice da preparare ma particolare perché si deve frullare l’arancia intera, buccia compresa. Si consiglia di tagliarla prima a pezzi per togliere i semi. Si raccomanda di usare sempre arance non trattate.
Ingredienti: 250 gr farina 00, 250 gr zucchero semolato, 100 gr burro, 1 arancia intera (compresa di buccia), 3 uova, 1 bustina di lievito per dolci
Per la copertura: (in alternativa potete usare marmellata di arance diluita con acqua): 100 gr zucchero, succo di 1 arancia, 50 gr arancia candita
Procedimento:
Mettete in una ciotola le uova e lo zucchero e sbattetele con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto spumoso e biancastro. Unite a poco a poco anche il burro morbido e la farina setacciata e infine il lievito. Amalgamate tutto il composto in modo che risulti omogeneo. Tagliate a pezzi l’arancia (se volete togliete i semi) e frullatela tutta, compresa la buccia fino ad ottenere una purea. Unite la purea al resto dell’impasto della torta e amalgamate bene con un cucchiaio. Versate l’impasto in una tortiera ben imburrata, livellate la superficie e cuocete in forno preriscaldato a 170° per 35/40 minuti circa. Prima di sfornare la torta fate sempre la prova stecchino per assicurarvi che sia cotta anche all’interno.
Preparate la glassa per la torta: mettete in una padella lo zucchero e il succo dell’arancia e fate cuocere per qualche minuto fino a che tutto lo zucchero si sarà sciolto e il composto si sarà addensato. Unite la scorza di arancia candita tagliata a pezzetti e mescolate bene. Spennellate la superficie della torta con la glassa di arancia.
Consigli: se volete velocizzare la preparazione della glassa potete anche utilizzare marmellata di arance diluita con un pochino di acqua. Potete sostituire il burro con 80 ml di olio di semi.

PER RIDERE UN PO’


A.I.D.A. Concorso Letterario 2017

XV edizione – Prosa e Poesia
REGOLAMENTO
La partecipazione al Concorso è gratuita ed è riservata a donne
residenti in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Ista slovena e croata. SCADENZA: 15 aprile 2017

farà fede il timbro postale.
   E’ SUDDIVISO IN DUE GRUPPI:
Gruppo 1: autrici aventi meno di 18 anni alla data di chiusura del concorso.
Gruppo 2: autrici aventi più di 18 anni alla data di chiusura del concorso.
HA DUE SEZIONI:
Sezione A – Prosa. Si partecipa inviando un racconto inedito lunghezza massima 4 cartelle.
N.B.   Per le autrici del Gruppo 1 (meno di 18 anni) i lavori sono a tema libero.
Per le autrici del Gruppo 2 (più di 18 anni) i lavori devono trattare un argomento a carattere sociale e avere come protagonista una figura femminile.
Sezione B – Poesia. Si può partecipare con, massimo, due poesie ineditelunghezza massima 35 versi ciascuna.
N.B. In questa sezione il tema è libero per entrambi i Gruppi.
– Prose e Poesie devono essere presentate in lingua italiana.
– Si può partecipare anche a entrambe le sezioni.
MODALITA’ di PRESENTAZIONE Pena l’esclusione, ogni concorrente dovrà:
– presentare le proprie opere in 6 (sei) copie, possibilmente dattiloscritte.
– di queste, 5 (cinque) copie devono essere anonime, recanti solo la Sezione e il Gruppo di appartenenza;
– 1 (una) copia deve contenere: la sezione, il gruppo di appartenenza, nome – cognome, data di nascita, indirizzo completo, numero di telefono, e-mail, una breve biografia, una dichiarazione che il lavoro presentato è inedito e la firma.
CONSEGNA I lavori si possono consegnare:
a mano – presso la sede dell’associazione A.I.D.A. – stazione delle autocorriere – 1° piano – Piazzale Foschiatti 1 – Muggia (TS), nelle giornate di apertura della sede: martedì e mercoledì 10 -11 e giovedì 15-17 – previa telefonata al n° 0409278281.
per posta – Associazione A.I.D.A. c/o Centro Culturale “G. Millo” P.zza della Repubblica 4 – 34015 Muggia (TS)
Per informazioni: aida_muggia@hotmail.it oppure chiamare 0409278281 in orario apertura sede.
L’A.I.D.A. non si assume responsabilità in caso di smarrimenti o disguidi nel recapito degli elaborati.
GIURIA E’ formata da cinque componenti di cui una socia A.I.D.A. con il ruolo di Presidente. Le decisioni della giuria sono inappellabili. I nomi si conosceranno durante la cerimonia di premiazione.
PREMIAZIONE Sono previsti un primo premio e due segnalazioni per ogni gruppo. Nel caso in cui al Gruppo 1 pervenissero meno di quattro (4) elaborati, alle partecipanti sarà riconosciuto solo un attestato di partecipazione.
Le vincitrici e le segnalate saranno contattate personalmente. Se impossibilitate a ritirare quanto loro assegnato, possono, con delega scritta, incaricare persona di fiducia. Non è previsto nessun tipo di compenso o rimborso.
Nota:– Ogni autrice è responsabile di quanto contenuto nei suoi scritti. Acconsente al trattamento dei suoi dati personali ai fini del concorso stesso e non saranno in alcun modo comunicati o diffusi a terzi per finalità diverse a quelle del concorso. Le opere ricevute non saranno restituite e potranno essere pubblicate dall’associazione A.I.D.A. nel modo e nel tempo che la stessa riterrà più opportuno.
– La partecipazione al concorso implica la totale accettazione del presente regolamento.
– Alle partecipanti sarà comunicato il giorno e l’ora della premiazione tramite mail.
– Organizzatrici e collaboratrici non possono partecipare al concorso in oggetto.

A.I.D.A.Literarn nateča 2017

XV prireditev -Proza in poezija

PRAVILNIK

Sodelovanje na natečaju je brezplačno in namenjeno ženskam Furlanije – Julijske krajine, Veneta, slovenske in hrvaške Istre.

ZADNJI ROK ZA PRIJAVO JE 15 aprila 2017 – odloča datum na poštni pošiljki

 

DELI SE NA DVE SKUPINI:

Skupina 1: avtorice mlajše od 18 let na dan zaključka natečaja.

Skupina 2: avtorice starejše od 18 let na dan zaključka natečaja.

IMA DVE SEKCIJI:

Sekcija A – Proza. Avtorice sodelujejo z neobjavljenim delom, ki ni daljše od 4 strani.

Skupina 1 (avtorice mlajše od 18 let) prosto izbira tematiko.

Skupina 2 (avtorice starejše od 18 let) obravnava tematiko s socialno noto in osrednjim ženskim likom.

Sekcija B – Poezija. Največ dve neobjavljeni pesmi – ne daljši od 35 verzov vsaka.

Za to sekcijo velja za obe skupini prosta izbira teme.

– Prozna dela in pesmi morajo biti v italijanskem jeziku.

– Avtorice lahko sodelujejo v obeh sekcijah.

NAČIN PRIJAVE Kandidatke morajo:

– poslati svoja dela v 6 (šestih) izvodih, po možnosti tipkopise.

– od teh 5 (pet) anonimnih izvodov, zgolj z oznako sekcije in skupine;

– 1 (en) izvod mora vsebovati: oznako sekcije, skupine, ime – priimek, rojstni datum, naslov, telefon, e-mail, kratek življenjepis, izjavo s katero potrjuje, da je prijavljeno delo neobjavljeno in podpis. V primeru nepopolne prijave se kandidatke izločijo.

DOSTAVA DEL Dela se lahko dostavijo:

osebno – na sedežu društva A.I.D.A. – avtobusna postaja -1. nadstropje, Piazzale Foschiatti – Muggia – Milje (TS), v torek in sredo od 10h do 11h in četrtek od 15h do 17h ob predhodnem klicu na tel. 0409278281.

Po pošti na naslov: Associazione A.I.D.A. c/o Centro Culturale “G. Millo” P.zza della Repubblica 4 – 34015 Muggia – Milje (TS) – Italia

Informacije: aida_muggia@hotmail.it ali na tel. 0409278281 v uradnih urah.

A.I.D.A. ne prevzema odgovornosti v primeru izgube ali napačne dostave pisnih del.

ŽIRIJA Ima pet članov, od teh je ena članica društva A.I.D.A. v vlogi predsednice. Odločitvam žirije ni mogoče ugovarjati. Imena bodo razglašena na svečani podelitvi nagrad.

PODELITEV NAGRAD Predvidene so prva nagrada in dve nominaciji za vsako skupino. Če za skupino 1 prispejo manj kot štiri (4) dela, bo sodelujočim priznano zgolj eno potrdilo o sodelovanju.

Nagrajenke in nominiranke bodo osebno obveščene. Če na podelitvi ne bodo prisotne, lahko pooblastijo drugo osebo. Povračilo stroškov ali kakršno koli denarno nadomestilo ni predvideno.

Opomba: Avtorice odgovarjajo za vsebino svojih del. Dovoljujejo, da se njihovi osebni podatki uporabljajo v skladu s pravili natečaja in ne bodo v nobenem primeru posredovani tretjim za namene, ki niso v skladu s pravili natečaja. Dostavljena dela se ne vračajo, društvo A.I.D.A. jih bo objavilo na način in v času, ki bo po lastni presoji najbolj primeren.

– Sodelovanje na natečaju je pogojeno s spoštovanjem pravilnika v celoti.

– Sodelujočim bosta sporočena dan in ura svečane podelitve priznanj.

– Organizatoricam natečaja in sodelavkam ni dovoljeno sodelovati na natečaju.

PAGINA DELLE PROPOSTE

NUOVE PROPOSTE 

MOSTRE

MAYA il linguaggio della bellezza a Verona fino al 5.3.2017

PICASSO – figure (1906-1971) a Verona fino al 12.3.2017

L’EGITTO a Verona fino a settembre 2017

ARBORETUM a Lubiana, Slovenia: aprile mese dei tulipani

 

PROPOSTE da definire

 

  •  VISITA ALL’ACQUEDOTTO RANDACCI
  • MOSTRA “Lloyd. Le navi di Trieste nel mondo” – Centrale Idrodinamica – Porto Vecchio (Trieste)
  •  MUSEO DEL LAVATOIO – San Giacomo (Trieste)
  • CENTRO DIDATTICO NATURALISTICO – (Basovizza)
  •  ORTO BOTANICO – (Trieste)   
  •  MONTE NANOS passeggiata naturalistica
  •  MARANO LAGUNAR
  •  GROTTE “LE TORRI di SLIVIA”
  •  GROTTE di SAN CANZIANO (Slovenia)

PROPOSTE “ricreative”

 

  •  BOWLING – serata “ludico-ricreativa” presso il Bowling di Duino o Ancarano (con pizza o grigliata)
  • CIACOLADA SOTO LE STELE – serata conviviale presso agriturismo Scheriani

 

Note: le proposte non attuate nell’arco dell’anno 2017, saranno rinviate all’anno successivo.

Chi è interessato può già dare la propria adesione.