Associazione Interculturale Donne Assieme

Carnevale 2018

Lascia un commento

Carnevale 2018

Anno dopo anno rinnovo la mia “febbre da carnevale” .

Sin da quando ero bambina  sfilavo con i miei genitori. Crescendo ho partecipato alle sfilate suonando nella banda e poi di nuovo grazie alla mia amica Irene altri 16 anni assieme a preparare con la macchina da cucire, colla a caldo, e tecniche miste di cartapesta e chi più ne ha più ne metta, mettendocela tutta per inventare ogni anno i nostri costumi con le nostre semplici laboriose mani e un po’ di bizzarra fantasia. Ogni anno partendo da un tema proposto dalla compagnia La Bora  iniziamo progettando da improbabili disegni le nostre bozze senza mai sapere dove arriveremo. Quello che è certo è che tra telefonate, messaggi su facebook e whatsapp ci sentiamo continuamente per gli aggiornamenti in tempo reale sui progressi e gli sviluppi in corso facendoci un sacco di risate. Arianna con la sua mimosa ci ha fatto sbellicare quando ci ha inviato il copriasse da stiro con cui ha confezionato il suo meraviglioso abito. Anna, Stelio, i nuovi amici Aurelio e Manuela con i figli ci hanno accompagnato quest’anno. Il nostro staff era disciplinato dall’impavida Rosa che ha trascorso con noi il suo compleanno rendendo felice anche mia figlia vestita da James Bond per rappresentare il Martini dry con la sua grossa oliva, che aveva un amico con cui divertirsi, il nostro caro amico Matteo Zio Sam l’americano. E a formare il trio la “piccola” (non più tanto piccola) Sara che ho visto nascere e crescere .

Alla domenica tutti pronti con ago e filo in mano fino all’ultimo minuto e tanta confusione: aggiustiamo sempre qualcosa  e finalmente abbiamo la soddisfazione di vederci tutti assieme vestiti con le nostre creazioni . Quest’anno il tema erano i cocktail ed io mi sono subito decisa: il mio cocktail sarà il margarita. Chissa’ perchè ho sempre avuto simpatia per questo fiorellino così semplice. Forse perchè ho il ricordo di me bambina che giocavo al giardino pubblico osservando i bianchi fiorellini serena giocando o forse perchè il mio “nonno ” Bruno, il mio adorato vicino di casa, mi aveva regalato un vaso con le margherite fatto con una bottiglia modellata con il gesso che conservo  gelosamente .

Ma ritornando ai bei momenti appena trascorsi  devo dire che quest’anno la giornata è stata particolarmente divertente. La gioia per aver trascorso questa bellissima giornata di sole  che sembrava quasi un dono di ricompensa per le fatiche dei preparativi era enorme. Il carro della compagnia era davvero stupendo ed eravamo entusiasti e stupiti per il bellissimo lavoro che hanno fatto i ragazzi in capannone. Bravi davvero. Poi finalmente il momento della sfilata  è arrivato e un pochino preoccupati che si potessero inceppare le ruote dei mega bicchieri  che abbiamo realizzato con la cartapesta ricoprendo la struttura preparata da Luciano e Tore ( grazie e ancora grazie )  siamo partiti felici. Mancando un gruppo di cocktail alla frutta, ci siamo dovuti dividere dal resto del gruppo e Laura Macor con altri figuranti tra cui la nostra amica Nives sono andati davanti e ci dispiaceva un pochino, ma dovevamo fare così. Assolutamente divertente è stato incontrare tanti amici durante il percorso  che ci rifocillavano con caramelle (grazie Ermidia) bottigliette d’acqua (grazie Orietta), o ci offrivano ristoro su una seggiolina. Con grande piacere ci siamo fatti fotografare da Stefano Ozbolt che puntualmente era sul percorso per fare il suo reportage, e Liliana Salic in postazione  pole position per le foto in anteprima assoluta. Marisa oltre agli scatti ci ha persino regalato un balletto assieme con grande simpatia e spontaneità  e con grande piacere ci siamo fatte ritrarre da Emilio Marianetti anche quest’anno. L’amico Claudio Micali con la sua paziente posa, la dolce Monica Mervich e Fulvio Strain. L’immancabile Balbi, e lo straordinario Franco di Fotodomani che anche quest’anno mi ha emozionato con le sue variopinte tecniche. ebbene sì, perchè carnevale non è solo la sfilata, per noi è il ballo della verdura condiviso con le mie amiche coriste aidine, la mega frittata e i giorni seguenti la visita dai fotografi a vedere le fotografie perchè … beh… come dire… finchè non vedo le foto io mica ho ben capito come eravamo agli occhi degli altri . Lo so è buffo, ma essendo concentrata a vivere tutte queste belle emozioni di allegria così esplosiva non mi rendo mai conto di quello che abbiamo creato con questo grande lavoro di gruppo e siccome accade come per la musica, la più astratta di tutte le arti che ti occupa dei mesi per la preparazione e quando si realizza puf… vola via come un refolo di bora è già finito … non ti resta che osservare le immagini catturate da tutti gli obiettivi e rinnovare attraverso di esse il ricordo della magia di quegli istanti e partecipando al funerale il giorno delle ceneri ripetere come ogni anno: peccato è già passato … non ci resta che aspettare  l’estate per la festa di ferragosto e indovinate ??? qualche giorno dopo mi sono arrivati altri occhiali da margherita che avevo ordinato dalla Cina  perchè avevo paura che non arrivassero in tempo quelli ordinati dall’America… li volete vedere? appuntamento al 15 agosto per la festa della Margherita allora.

E se non ci avete visti alla sfilata potete curiosare sulla mia pagina facebook o sul blog che ho creato e cerco di aggiornare dal 2005 http://elnostrocarneval.blogspot.it/

#Carnevale 2018 Cocktail Margarita a Muggia

Claudia Vascotto

O cara quanto ti capisco e come bene hai messo giù i sentimenti che si provano  nello studiare il tema, nel creare vestiti e scenette. Per me ( 4 generazioni in carnevale) il carnevale è arte, è fantasia è artigianato, è cultura, è aggregazione ed amicizia….. e chi più ne ha più ne metta. Non avendo partecipato alla sfilata per  motivi di età  e di  acciacchetti vari pensavo avrei pianto vedendo sfilare le maschere allegre e  le bande gioiose,  invece ho provato grande piacere nell’osservare tanta  maestria  e meraviglia dei partecipanti nel vedermi a bordo strada. Tanti mi hanno preso per mano trascinandomi nei loro balli e saltelli e scherzi.  Hanno così dimostrato quanto sia bello gioire insieme. Sono stata contenta anche per aver creato copricapi per altri,  tanto da desiderare che   ci fosse la possibilità di avere dei laboratori manuali anche in altri periodi dell’anno. Insieme si può fare di più. Evviva la gente allegra e l’amicizia. W il carnevale di Muggia teatro di strada!!!!

Ciao cara ti ho letto volentieri. Orietta

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore: AIDA

Associazione Interculturale Donne Assieme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...