Associazione Interculturale Donne Assieme

martedì 2 maggio: abbiamo incontrato Mariuccia Cernigoi

Lascia un commento

Le socie dell’associazione A.I.D.A. sanno che il I° martedì di ogni mese, non devono prendere impegni perché hanno un importante appuntamento. Infatti il pomeriggio è dedicato agli incontri mensili che si tengono all’ Hotel Lido da molti anni. Martedì 2 maggio ci siamo trovate nella grande sala attorno allo spazioso tavolo per ascoltare con molta simpatia e apprezzamento la poetessa muggesana Mariuccia Cernigoi, e l’attrice Annamaria Noventa, che hanno letto alcune poesie in italiano e dialetto triestino tratte dalle numerose pubblicazioni della Cernigoi. Mariuccia inizia a scrivere i suoi versi nel 1986 e proprio seduta su una spiaggetta di Muggia, lo racconta lei, ha avuto l’ispirazione dei pensieri poetici mentre la mano scorreva veloce sul foglio bianco. Da allora la sua mano non si è fermata, ha partecipato a diversi concorsi vincendo il premio o piazzandosi molto bene nelle classifiche. E’ consigliera nell’associazione il “Salotto dei poeti” e ha scritto anche un libro: raccolta di dialoghi tra due amici muggesani che commentano i fatti di ieri e di oggi della cittadina: “Soto el Leon de Muia”, una parte è stata presentata anche al bar del teatro Verdi con i due protagonisti Terenzio e Romilda e la partecipazione del coro folcloristico diretto dal M° Marchio che completava le scenette. Dopo i saluti della Presidente Paola Serra e qualche battuta scherzosa, le due ospiti ci  hanno deliziato leggendo alcune sue  poesie, ispirate dalla varietà dei temi nella vita quotidiana e dimostrando la sensibilità poetica della scrittrice. Una poesia Mariuccia l’ha trovata tra gli oggetti del padre e parla di un vecchio direttore della scuola elementare di Muggia Vecchia, con la chiesetta, il suo querceto e i fiori spontanei, successivamente, una poesia sulla Val Rosandra e la chiesa arroccata sulla sporgenza rocciosa. Poi passa la parola alla Noventa che ci legge un’altra poesia in dialetto triestino sul mercatino dell’usato, con le sue cose vecchie e impolverate che si porta dietro, facendo un salto sul Castello che sovrasta Muggia, con la sua storia tutta da scoprire. Riprende, passando per i dintorni della cittadina, le sue colline e i muretti a secco, e ancora su Barisoni verso il mare, con la vecchia nonna seduta accanto a dei gigli profumati, fino ad arrivare a Punta Sottile e i suoi verdi pini distesi dalla bora, caricati dal vento e pieni di poesia. Grazie Mariuccia per il piacevole e interessante pomeriggio passato assieme.

Nelda

Autore: AIDA

Associazione Interculturale Donne Assieme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...