Associazione Interculturale Donne Assieme

Vento sulla Scogliera

Lascia un commento

Presentazione del romanzo

Vento sulla scogliera                                                            

Esprimendo il piacere di ricevere le ospiti e le socie nello spazio della Biblioteca comunale la presidente Paola Serra ha salutato le presenti ed ha dato la parola a Fabiana Redivo, autrice del romanzo “Vento sulla scogliera”, e all’attrice Michela Vitale per la lettura di alcuni passi piu’ significativi.
Fabiana Redivo ha esordito dicendo che ogni libro è autobiografico, è il racconto della propria vita e delle proprie esperienze; i fatti narrati vengono poi rielaborati. Com’è nata questa storia? Nella sua mente si è aperta una finestra sui Vosgi, ha visto tre donne e non ha saputo resistere al richiamo di raccontare storie di famiglie, di generazioni.


Nel libro, che appartiene alla categoria dei romanzi rosa ed è ambientato nella regione francese dei Vosgi nel 1986, sono state trattate ed approfondite tematiche di carattere sociale. Mi hanno colpito, ciascuna per il proprio carattere e per le differenti esperienze di vita, le tre figure femminili menzionate dall’autrice.
Marie è una donna anziana, capace di instaurare un rapporto d’intesa con la nuora. E’ lei che adolescente uccide due soldati tedeschi ed è lei che, donna matura e responsabile, prende delle decisioni nei confronti del marito: !! disposta a sopportare tutto, tradimenti, botte e violenze. Ma i miei figli no. Se li toccava era morto.
Sarah non partecipa alle vicende narrate; la si conosce attraverso i ricordi della figlia e la lettera finale. La donna non riesce a darsi pace perché non ha radici. La fuga è talmente radicata da diventare uno stile di vita. Le origini del suo comportamento risalgono alla vita in un campo di concentramento nazista durante la 2° guerra mondiale.
Sua figlia Agnes  è una giovane donna “ senza passato”. A causa della sua triste infanzia e adolescenza e del suo difficile rapporto con la madre desidera una famiglia tradizionale e solo dopo la morte della madre conosce la realtà. Diventa più sicura di se, fiduciosa ad affrontare la sua vita di moglie e futura madre.
Invito a leggere il romanzo a chi non l’ha ancora fatto; sono sicura che la storia vi coinvolgerà.
Liliana Ciacchi

 

 

Autore: AIDA

Associazione Interculturale Donne Assieme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...